venerdì 18 dicembre 2020

Meditare su Oggetti o Simboli Sacri

Crocifisso di San Damiano (ora in S. Chiara ad Assisi)
La meditazione è una pratica che ha a che fare con le due modalità principali della mente che sono espansione e contrazione ed ha tra i suoi obiettivi iniziali l'ottenimento di una profonda calma interiore.

Si può meditare su un qualsiasi oggetto o simbolo sacro, soprattutto se è un simbolo o un oggetto che appartiene alla propria tradizione religiosa.

Potrebbe essere quindi un crocifisso, un'icona, oppure una statua... non ci sono limiti, l'importante è che ci sia un oggetto meditativo su cui portare l'attenzione in modo esclusivo o usarla come supporto per l'espansione ed il controllo mentale.

Gli oggetti sacri, proprio per la connessione inconscia che abbiamo con la spiritualità, accelerano gli effetti della pratica nel creare spazio tra l'osservatore ed i pensieri.

Devi avere una ferrea intenzione, simile a quella di un pitbull che afferra una gamba e non la molla più e quando raggiungi la quiete, permetti alla mente di dissolversi in questa quiete.

Ed ecco che si ripete l'intero processo di trasmutazione:

  • Attiva la connessione con l'energia vitale interna, attraverso la distensione della fascia
  • Rilascia il tempo (fase astrale)
  • Rilascia lo spazio (fase mentale)
  • Raggiungi la qualità dell'infinito

Rimani consapevole di ciò che accade, permetti che accada.
E assorbi in te l'Infinito... la pura Quintessenza.


Diventa la migliore versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...