domenica 13 dicembre 2020

L'Osservazione Diffusa. Il Canale Visivo

Per ottenere una quantità sempre maggiore di Quintessenza usiamo tutti i canali a noi disponibili che sono i 5 canali sensoriali e il pensiero.

Ad esempio nell'utilizzare il canale visivo, tieni gli occhi aperti e puoi operare nelle diverse modalità di espansione e concentrazione (solve e coagula).

Della concentrazione visiva ho già scritto, per cui oggi ti parlo dell'espansione.

Puoi mantenere lo sguardo diffuso dolcemente in tutto lo spazio intorno a te, aumenti l'attenzione al canale visivo, riducendola a tutti gli altri canali e rimani consapevole di tutto ciò che vedi, del movimento relativo degli oggetti rispetto a te, l'osservatore, i colori, le forme, la luminosità, il contrasto ed anche se ci sono pensieri.

Più dedichi la tua attenzione al canale visivo e meno pensieri arriveranno dal canale mentale, ma se arrivano, semplicemente prendi nota.

Si tratta di una pratica semplice, che puoi fare da seduto, sdraiato, in piedi o in movimento, ad esempio con una passeggiata meditativa. Molto molto semplice. Come tutte le pratiche che facciamo.
Mantieni la visione periferica (espandi il corpo mentale) e osserva... Se appaiono pensieri che vengono e vanno, fai una piccola annotazione mentale (eccolo!) e continua ad osservare in modo ampio e diffuso nello spazio.

Tutte queste pratiche meditative hanno lo scopo fondamentale di accumulare Quintessenza, un tipo di vibrazione molto elevata, attorno al corpo mentale.


Diventa la miglior versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...