domenica 6 dicembre 2020

L'Ascensore della Coscienza

Durante la pratica è molto importante, se non essenziale, essere sempre consapevoli del livello vibratorio in cui ci si trova.

Il primo livello è quello fisico, limitato dallo spazio e dal tempo. Se durante la meditazione percepisci lo spazio ed il tempo ti trovi al livello fisico, il più basso della scala vibratoria.

Quando la coscienza continua a salire, al livello astrale, la respirazione rallenta e si entra in uno spazio senza tempo. Il tempo non ha significato.

Poi continua a salire e si sincronizza sul piano mentale, qui lo spazio non ha significato e non si è limitati dalla forma, ma si percepisce il tempo.

Quando si procede oltre fino al livello di Vuoto/Pieno nè spazio nè tempo hanno più significato.

E' proprio come una scala o un ascensore e dobbiamo acquisire dimestichezza e familiarità con i vari stati. La coscienza, il punto di controllo, sale e scende e dobbiamo sempre sapere a che piano siamo.

Lo stress porta immediatamente l'ascensore della coscienza verso il basso, mentre il rilassamento, la gioia, il divertimento e la felicità alzano il livello vibrazionale. Ogni giorno noi ci muoviamo su questo ascensore su un range limitato di piano... ma possiamo salire ai piani più alti. 

Dobbiamo solo allenarci a salire più in alto, un passo alla volta, come una salita in montagna. Non si passa dalla base alla cima senza allenamento, Ci vuole una pratica consistente.

 

Diventa la miglior versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...