mercoledì 23 dicembre 2020

La Porta dell'Iniziazione. Tutto il resto viene dopo.

Per percorrere il cammino spirituale in modo rapido e senza intoppi occorre avere solide fondamenta di consapevolezza energetica.

E per fare questo occorre sviluppare la piena consapevolezza di tre fattori, nel più breve tempo possibile

PRIMO - Fluido Vitale

La prima è la consapevolezza della forza vitale che puoi sviluppare con la sfera di energia.

SECONDO - Campo di Fluido Vitale

Una volta che la consapevolezza magnetica è ben sviluppata allora puoi ampliare il campo di attenzione a tutto il corpo che si espande e si contrae energeticamente esattamente come la sfera del primo passo. Puoi praticare seduto, in piedi, in ogni posizione che senti naturale e comoda.

Nel secondo passo fai uno spostamento di consapevolezza dal corpo fisico ai corpi superiori lasciando che l'energia e la mente si espandano oltre il corpo.

TERZO - Centro di gravità del Fluido Vitale

Adesso è il momento di andare oltre e trovare il centro di gravità del proprio corpo in relazione al campo di forza vitale. Questo centro si trova a livello addominale. Quando pratichi l'espansione energetica del fluido vitale, mantieni anche l'attenzione al centro di gravità per avere una maggiore controllo.

Non sono necessariamente tre passi consecutivi dal basso verso l'alto, ma più una modulazione tra i tre passi, come un'armonia che si sviluppa durante la giornata.
Così cominci al mattino a risvegliare la consapevolezza del fluido vitale, la espandi attraverso il corpo, attraverso il tessuto connettivo e poi ancora oltre a tutto lo spazio intorno. Poi durante il giorno, il più possibile, mantieni la consapevolezza di questo campo energetico, con il centro nel tuo corpo.

Se pratichi così, anche i sogni saranno diversi la notte, perchè ti troverai in uno spazio differente di consapevolezza.
Dopo qualche giorno l'energia comincerà ad aumentare, rispondendo sempre più all'intenzione della coscienza. Sempre più facilmente. Sarà più facile la meditazione, il movimento dell'energia nel corpo ed ogni altra tecnica sul cammino spirituale.

Ma bisogna cominciare con una settimana di completa attenzione e dedizione alla percezione di energia. Bisogna sviluppare una massa critica di un centinaio di ore in un breve lasso di tempo.
Se pratichi un'ora al giorno il progresso sarà molto molto lento perchè non riesci a raggiungere il plateau necessario per costruire solide fondamenta. Sembra già tanto, ma non lo è. Non è sufficiente per una progressione stabile e rapida.

Non 100 ore in 100 giorni, ma 100 ore in una settimana. Devi quasi diventare "fanatico", praticare dal mattino appena sveglio, alla sera quando vai a dormire... finchè non raggiungi questa meta, questa solidità di consapevolezza.
Se pratichi un'ora al giorno e le altre 15 la tua attenzione va da tutt'altra parte, hai una zavorra troppo pesante, che ti frena. Ed allora, se decidi di partire, parti... parti sul serio.

E arrivi al punto in cui sei in uno stato 
  • in cui puoi sentire facilmente l'energia vitale
  • in cui puoi sentire facilmente il campo di fluido intorno a te, 
  • in cui puoi sentire facilmente il tuo centro di gravità permanente.
E cosa succede poi?
Che diventi più sensibile alle varie manifestazioni energetiche, i tuoi sensi interni ed esterni diventano amplificati, la tua mente diventa più presente, calma. La forza vitale comincia ad alimentare i corpi superiori in quantità sempre maggiore.

Rimani consapevole dell'energia vitale in ogni momento della giornata, quando cammini, quando lavori, quando mangi, quando ti lavi. E' la tua meditazione continua.
 
Senti le forze magnetiche ed elettriche di contrazione ed espansione dentro ed intorno a te.
Quando cammini, fai che la tua camminata sia una meditazione. Presta attenzione al tuo centro, presta attenzione al movimento del fluido, presta attenzione al campo vitale tutto intorno.

La stessa cosa se corri o qualsiasi attività fai durante la giornata. Qualsiasi. E tutto diventerà enormamente più efficiente. Qualsiasi cosa fai sarà migliore.

Questa è davvero l'autostrada al successo, la via più rapida, le fondamenta su cui costruire il Palazzo del Re.
La consapevolezza continua del fluido vitale, apre la porta al lavoro con l'energia astrale, che a sua volta apre la porta all'energia mentale che a sua volta apre la porta al flusso di Quintessenza, allo stato di Vuoto/Pieno e di Tutto Potenziale...

Quindi riepilogando, diventa consapevole 
  • del fluido vitale
  • del campo energetico
  • del centro di gravità nel corpo
e muovi la coscienza tra queste tre percezioni.
 
 
Diventa la miglior versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...