sabato 12 dicembre 2020

Fondamentali della Quintessenza

Con l'allenamento sistematico delle due modalità di funzionamento mentale, che sono espansione e concentrazione, si ottiene un accumulo di "quiete" intorno al corpo mentale, un accumulo di Quintessenza.

Tutto intorno al corpo mentale si crea spazio ed i pensieri sembrano arrivare sempre più da lontano.

Quando la quantità di "quiete" accumulata diventa sufficiente, questa diventa il nuovo oggetto di meditazione

A volte dopo una pratica di concentrazione o espansione si raggiunge un discreto livello di quiete ed anche solo per qualche minuto è bene cominciare ad utilizzare questa "porta", che si apre temporaneamente, per poter cominciare a entrare in sintonia con questo livello di profonda calma interiore.

Ogni diverso tipo di meditazione, sia di concentrazione sia di espansione, ma anche utilizzando i diversi tipi di canali sensoriali, sviluppa un certo tipo di "quiete".
All'inizio sembra tutto uguale, sempre quiete è... ma poi si cominciano a notare le differenze.

La quiete che si ottiene con l'espansione è più espansa, avvolgente.
Con la concentrazione è invece più compressa.
Ma queste parole non hanno significato se non se ne ha esperienza diretta.

Piano piano si può anche prestare sempre maggiore attenzione alla postura, che deve rispecchiare lo stato interno, una postura regale.

Le mani possono assumere diverse posizioni. A volte con i palmi verso il basso, per portare le idee nella forma, altre volte con i palmi verso l'alto per rilasciare nel senza forma. Altre volte con particolari posizioni delle dita per richiamare determinati stati. Ma di tutto questo parleremo più avanti.


Diventa la migliore versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...