mercoledì 9 dicembre 2020

La Concentrazione Auditiva

Per quanto riguarda la meditazione che usa come base la concentrazione su un suono, comincia con qualcosa di semplice, che conosci bene, a cui sei abituato.

Comincia quindi con qualcosa di familiare, come il canto dei grilli, il rumore delle auto che passano per la strada, il suono della pioggia, qualcosa che fa già parte della tua coscienza, ed a cui devi solo prestare un pochino più di attenzione.

Se vivi in città e non hai possibilità di muoverti in mezzo alla natura puoi anche scaricare suoni come quello della pioggia, del temporale, il ronzio degli insetti, il fluire di un ruscello.

Divertiti, esplora. Mantieni un livello di quiete e calma profonda, lascia che la tua mente di adagi sulla vibrazione sonora e permetti alla tua coscienza di accumulare Quintessenza. 

La concentrazione sul portale uditivo permette di sviluppare la capacità psichica della chiaroudenza.

Ogni esercizio deve essere facilissimo e se hai già una connessione emozionale ad un suono particolare, ancora meglio, perchè diventa ancora più facile.

Ricorda di alternare concentrazione e diario, riportando la tua esperienza, sensazioni e stato di coscienza.


Diventa la migliore versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...