martedì 22 dicembre 2020

Breve Introduzione alla Pratica Energetica

La prima parte dell'addestramento energetico è la sequenza per creare la sfera. Con la pratica si sviluppa inizialmente una percezione magnetica e poi emergeranno diverse altre sensazioni.
 
Sensazione magnetica, rilassamento muscolare e attivazione del tessuto connettivo sono le basi della pratica, ma questa è la porta principale al potere interiore, al Mercurio.
Quindi comincia si comincia con il creare la sfera e focalizzarsi sulla sensazione magnetica.

Poi si addestra la percezione delle linee di forza elettriche (di espansione) e magnetiche (di contrazione) nel corpo.
Si impara ad usare il corpo per aprire e chiudere e separare il fluido vitale nei suoi aspetti elettrico e magnetico.

Si praticano poi esercizi in piedi, per separare i fluidi magnetico ed elettrico all'interno del corpo, ad esempio la parte bassa del corpo magnetica e la parte superiore elettrica.
 
Ad esempio appoggiando le mani contro un albero e poi focalizzando la mente nello spazio tra le braccia e sentendo il flusso di energia, separato tra l'espansione del fluido elettrico nella parte alta del corpo e la contrazione del fluido magnetico nella parte bassa del corpo

Poi ci sono esercizi di conduzione e trasferimento Si impara a modulare l'impulso elettrico e magnetico a volontà, spostandosi a volontà tra le due polarità.

Ci sono poi varie pratiche di apertura, stretching, esercizi per i tendini, al fine di aprire i canali energetici in tutto il corpo e poi esercizi di proiezione e controllo.

 

Diventa la miglior versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...