lunedì 30 novembre 2020

La Prima Separazione (Sviluppare la Coscienza)

L'Alchimista
William Fettes Douglas (1853)

Il nucleo fondamentale di ogni percorso di ascesi o di crescita spirituale è lo sviluppo della Coscienza.

Normalmente, siamo totalmente identificati con il nostro corpo, le nostre emozioni ed i nostri pensieri. Ciò che comincia a fare l'Alchimista è la separazione (solve) della Coscienza dal mondo dei fenomeni.

Se cominciamo ad osservare la mente, ed i pensieri, possiamo vedere che questi vanno e vengono, ma non sono la mente, non sono lo spazio mentale. Sono semplici ospiti che come viandanti entrano in una locanda, soggiornano per un tempo più o meno lungo e poi se ne vanno.

Tramite la meditazione ci distacchiamo dal paesaggio della mente ed osserviamo, riconosciamo che non siamo nè i pensieri, nè lo spazio mentale, ma siamo ciò che osserva e cioè la coscienza.

In uno stato di calma, la coscienza comincia a risalire

  • dal piano fisico, rilasciando le tensioni
  • dal pieno emotivo, rilasciando le emozioni
  • dal piano mentale, rilasciando i pensieri
  • fino al piano del puro potenziale, privo di forma.

L'Alchimia permette la trasformazione di questi stati, uno nell'altro, dall'alto verso il basso o dal basso verso l'alto. E la meditazione ci permette di comprendere che cos'è che deve ascendere.
Con ogni sessione si crea maggiore disidentificazione, si crea spazio tra la coscienza ed i pensieri, lo spazio della mente si dilata... ed i pensieri sembrano arrivare sempre più da lontano.

Ogni volta si genera più quiete, più spazio ed una vibrazione più raffinata comincia ad avvolgere la coscienza, si tratta della Quintessenza.

Dopo ogni meditazione, prendi il diario, mantieni uno stato di presenza a te stesso e scrivi qual è stata la tua esperienza, quali pensieri hai osservato, qual era lo stato fisico, emotivo, come hai osservato lo spazio mentale intorno a te, se hai notato fenomeni particolari. Se eri rilassato o se è stata una sessione turbolenta.

Anche le meditazioni più turbolente, piene di pensieri e di emozioni sono comunque un'ottima occasione di purificazione. Non vanno considerate negativamente, ma positivamente poichè questo è il meccanismo con cui avviene la purificazione, fino a raggiungere il livello di calma.


Diventa la miglior versione di te stesso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'Importanza dell'Ambiente per la Pratica

L'ambiente in cui viviamo influenza tremendamente le nostre abitudini, i nostri comportamenti e quindi anche la nostra pratica. Le perso...