martedì 20 ottobre 2020

Senza il Drago non c'è Alchimia


L'Alchimia è l'Arte con cui l'uomo cerca di sviluppare tutte le sue immense potenzialità ancora latenti.

Parlare di Alchimia spirituale non ha molto senso, perchè l'Alchimia vede tutto ciò che esiste come una diversa vibrazione di una sola sostanza fondamentale. Così lo spirito, come la psiche, tutte le varie energie e tutto ciò che possiamo percepire con i nostri sensi fisici, dalle cose più belle alle cose più brutte e grossolane... tutto è costituito della medesima sostanza fondamentale.

L'Alchimia inoltre è un'Arte individuale, in cui l'Alchimista diventa artista e capolavoro della propria opera. Ci sono quindi diverse vie, tecniche e metodi, ma tutte ricalcano la stessa struttura.
Si parte dalla materia più grossolana per muoversi verso quella più sottile.

Si comincia quindi dal Sale, da ciò che è cristallizzato, o da ciò che è denso come la Terra e questa stessa materia viene trasformata, trasmutata in qualcos'altro, al fine di avere un'esperienza differente.

E la prima fase è sempre una fase di distruzione, di morte, di degrado, di putrefazione. E' la fase in cui si fa piazza pulita di tutto. E' la fase in cui di un gran disordine si fa un gran falò.
Si cambia. Si deve cambiare.

Tutti i preconcetti, i pregiudizi, le abitudini che ci tengono imprigionati nei nostri comportamenti vanno trasformati, purificati.
Si passa tutto al setaccio, si tiene ciò che è utile, ciò che serve, ciò che è efficiente e si brucia tutto il resto.
Ci si distacca dalle cose "terrene". Si prova sempre meno interesse per ciò che interessa alla massa. Ad esempio per i mass-media, in primis la televisione.

Si purificano gradualmente i centri energetici, i sette metalli e si attivano e si fortificano i circuiti che abbiamo nel fisico, si prepara il corpo a supportare una carica molto più intensa.
Ed è dentro la propria interiorità che si scende, gradino dopo gradino, per portare alla luce ciò che è nascosto, per purgare ciò che non vogliamo più e trovare ciò che stiamo cercando.

Ma è comunque dal corpo che si parte. Dal modo in cui ci nutriamo, in cui respiriamo, in cui utilizziamo i nostri sensi, dalla nostra postura, dalla flessibilità e dalle abitudini fisiche.
L'Alchimia parte dal Sale e non disdegna affatto il corpo, anzi... è qui che dobbiamo cominciare.

E' il corpo fisico che genera il Fuoco Segreto, l'unico che può mondare i Sette Metalli dalle loro impurità, "il solo agente che può aprire, sublimare, putrefare".
E' il risveglio di questo Fuoco Segreto l'obiettivo della Prima Fase o Nigredo.

Se non si risveglia il Fuoco Segreto, non c'è Nigredo.
Se non si risveglia il Fuoco Segreto, non c'è Alchimia.

Possiamo filosofeggiare per anni, possiamo credere di aver raggiunto chissà quale stato psicofisico, possiamo pensare di aver raggiunto chissà quale livello iniziatico, ma se il Drago non risale e non raggiunge il suo Trono, non c'è Nigredo.

Se il Drago non risale non siamo nemmeno al primo gradino.
Drakon significa Vedere. Vedere con l'Occhio della Visione.
Se non appare il Drago abbiamo solo chiacchiera.

Senza il Drago non c'è Alchimia

Nessun commento:

Posta un commento

Come Scrivere sul Diario di Pratica

Quando scriviamo sul nostro Diario di Pratica deve essere sempre un momento speciale. Non solo perchè cominciamo a comprendere come funziona...