martedì 13 ottobre 2020

La Vergine Madre, Virgo Paritura

La Vergine Paritura è la vergine che sta per partorire ed è una "sostanza" oltre il piano della Mente, oltre ciò che è chiamato l'Abisso.

E' l'etere senza forma, senza limiti di spazio e tempo. E' la Mater, origine della materia. E' il Saturno oltre l'Abisso. E' la Grande Madre o la Madonna Nera, con sembianze non ben definite, perchè non può essere raffigurata.

E' vita ed è anche morte. E' il nulla ed il tutto potenziale.
E' la Santa Sofia dei Templari, Principio, Onore, Fine e Gloria dell'Ordine.

Il suo attributo è il Silenzio.

E il Silenzio è d'Oro.

Il Saturno, il Piombo che diventa Oro è lo scopo della Trasmutazione Alchemica.

Donna purissima, Vergine fedele, che concede a tutti la sua benevolenza.
Lei è il Graal che trasforma in realtà i desideri dei cavalieri della Tavola Rotonda.

E' al di sopra di tutti gli Angeli e serve al Palazzo del Gran Re, lei sola detiene le chiavi, lei è la Porta del Cielo.

Il Signore mi ha posseduta all'inizio delle sue vie. 
Io ero prima che plasmasse qualsiasi creatura. 
Io ero nell'eternità prima ancora che venisse creata la terra. 
Gli abissi non erano ancora ed io ero già concepita. 
Le sorgenti non erano ancora uscite dalla terra; 
la pesante massa delle montagne non era stata ancora formata; 
ero già nata prima delle colline. 
Egli non aveva ancora creato nè la terra nè i fiumi, 
nè consolidato la terra mediante i due poli. 
Quando preparava i cieli io ero presente; 
quando circoscrisse gli abissi con i loro limiti e stabilì una legge inviolabile; 
quando fissò l'aria intorno alla terra; 
quando equilibrò l'acqua delle sorgenti; 
quando rinchiuse il mare nei suoi limiti e quando impose una legge sulle acque affinchè non superassero i confini a loro assegnati; 
quando gettò le fondamenta sulla terra, io ero con lui e regolavo tutte le cose.

Proverbi, 22-30

Lei è la Madre, la Mater, la materia prima dell'Opera. E' lei la Donna dei Filosofi.
E' lei la Quintessenza dell'Opera.

Nessun commento:

Posta un commento

Perchè lo strumento dell'Arte non introduce nulla di nuovo nella Natura, della sua radice; ma l'Arte aiutata dalla Natura, glielo in...