mercoledì 15 luglio 2020

The Book of Anion

The Book of Anion di Seila Orienta è un libriccino di circa 40 pagine che illustra alcuni dei pensieri del discusso ermetista tedesco Jonny Schwartz.

Ad una prima lettura sembra un testo simil gnostico con una visione arcontica della realtà, in cui il piano fisico è visto come inferno, prigione o gigantesca illusione in cui siamo intrappolati dal Re del Mondo.

Oltre questo mondo, oltre questo "specchio" vi è un altro Mondo incommensurabile, oltre il bene ed il male, libero dalla forma.

L'autore illustra poi il mondo in divenire, questo piano fisico èdestinato ad essere trasformat e raffinato in un mondo migliore, simile all'attuale piano astrale. E così tutti gli abitanti devono evolvere e saranno trasformati.

La parte che ho gradito maggiormente è quella in cui illustra la difficoltà del cammino ed è una parte che risuona con me, con tutti i fallimenti che ho avuto finora e tutte le trappole in cui sono caduto e in tutti gli altri praticanti che ho visto fermi da anni, nonostante fossero seguiti da grandi maestri. Alcuni si arrendono, altri continuano testardamente a sbattere la testa contro lo stesso muro, altri cambiano percorso, altri semplicemente si stancano dei loro maestri e si lasciano guidare dalla Provvidenza.

Probabilmente sarei chiamato bugiardo se non tutti i praticanti avessero incontrato difficoltà sul cammino. Una volta sul cammino la testa ed il cuore saranno fatti a pezzi mentre ci si avvicina alla potente verità. Inizialmente, come tutti sanno, non si incontrerà che fallimento e sconforto.
Da un'alta prospettiva, l'essere umano medio vive una vita di ignoranza spirituale e il barcollante praticante ermetista vive certamente una vita triste. E' triste vedere uno studente di ermetismo inciampare che si rifiuta di alzarsi ancora. Noi cadiamo spesso, ma ci rialziamo sempre? Lenta e solitaria è la nostra via.
E' davvero così e non posso fare altro che confermare. Lenta e difficile e con molte trappole, in cui è molto facile cadere.

Il nostro maestro (Franz Bardon) ci ha dato chiare, semplici istruzioni. Ma, dove è il nostro così chiamato progresso dopo aver fatto tutto questo duro lavoro? 
Nulla!
C'è uno studente che ha praticato il primo livello di IIH per 15 anni. poi c'è lo studente che è ancora bloccato al passo III dopo 25 anni!
Poi Anion/Seila Orienta dà i suoi suggerimenti, tra cui quello di fare gli esercizi in modo giocoso, come bambini ed usare l'immaginazione in modo giocoso e soprattutto di eliminare tutti i dubbi perchè l'autosabotaggio è ciò che ci frena, che blocca il nostro progresso.

Distruggi tutti gli inganni che circondano la tua mente. O vuoi studiare IIH per sempre?
E allora avanti con la pratica, puntando a ciò che veramente è importante, come riporta anche il Vangelo secondo Matteo 6,19:  “Non accumulatevi tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulatevi invece tesori nel cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano"

Io saturo spirito e anima ed è tutto quello che posso fare perchè il mondo materiale non ha nulla per me. Ed è buono che io saturi spirito e anima, perchè nessuno, non importa quanto ricco possa essere, può fare questo.
Dobbiamo capire che nulla che è materiale ci appartiene del tutto; noi solo lo gestiamo ed usiamo gli strumenti materiali. Tutti sanno che non possiamo portare nulla di materiale nel piano astrale alla nostra dipartita.  Il fatto è che la nostra ultima camicia non ha tasche
 Concludo. Pensavo fosse molto peggio di quanto ho trovato, forse anche a causa dei preconcetti su Seila Orienta trasmessi da altri ermetisti. A me non sembra dica nulla di strano e se anche gli episodi di cui parlano circa Seila Orienta fossero stati veri... siamo noi sempre uguali a noi stessi durante il nostro cammino? O siamo in continua trasformazione?
Libretto carino, di facile e veloce lettura con alcuni spunti interessanti.

 Il mio voto: ⭐⭐⭐

Nessun commento:

Posta un commento

The Adept Magician

The Adept Magician A rogue agent of reality è un libro di 125 pagine, scritto da Marten Crawford, credo che ormai sia indisponibile...