venerdì 6 marzo 2020

La Piramide della Performance a 3 Dimensioni

La Piramide della Performance a 3 Dimensioni (3DPP) è uno schema sviluppato da Scott Sonnon per lo sviluppo delle prestazioni fisiche, ma funziona molto bene anche per l'allenamento mentale.
Qui presento una versione leggermente modificata, con 5 aspetti fondamentali.

1. SALUTE MENTALE ED EMOTIVA
Alla base della piramide c'è la salute mentale.
Da qui si comincia, con l'intenzione e la determinazione di essere una persona sana e completa. Dobbiamo affrontare quindi innanzitutto tutte le incongruenze, i problemi ed il pozzo di emozioni che si trova sepolto sotto al "pavimento" della nostra mente.

Spesso tutte queste convinzioni o questi comportamenti erronei (Le Vostre Zone Erronee come le chiamava Wayne Dier) arrivano dai condizionamenti dell'infanzia ed i sintomi si vedono nelle nostre relazioni, nelle nostre carriere lavorative e nei nostri corpi.

Nella prima fase di Iniziazione Ermetica dobbiamo identificare tutte queste zavorre ed appuntarle sullo Specchio Nero, un elenco dei nostri problemi da risolvere.

2. SALUTE FISICA

La salute del corpo è un altro aspetto molto importante da considerare e non parlo di fitness, ma di un livello di salute base. Ti senti bene con te stesso, ti svegli pieno di energia e pronto per le avventure che ti proporrà questa giornata. Le tue articolazioni stanno benissimo. Non ti ammali mai o raramente. Non hai problemi respiratori.

Nella prima fase di Iniziazione Ermetica, nella parte fisica, si parla appunto della necessità di avere una salute basale ottima, con specifico riferimento alla mobilità.

3. REQUISITI FISICI FONDAMENTALI

Nel mondo sedentario di oggi, non è più sufficiente accontentarsi dei movimenti base... come camminare, stare in piedi, lavorare... perchè non ci sono più.

Quindi diventa necessario applicarsi in qualche disciplina fisica. Scegli un'attività (yoga, arti marziali, danza...) e impari i requisiti specifici per praticarla: resistenza, forza, flessibilità...

Ogni attività ha le sue esigenze specifiche, ma tutte portano nella direzione di una migliore coordinazione energetica di mente e corpo.
Importantissimo è il lavoro sulla respirazione, vera connessione tra mente, energia e corpo.

4. ABILITA'

Una volta che si sono acquisite le qualità di base, è possibile sviluppare abilità specifiche nella propria disciplina. E non parlo solo di discipline fisiche.

5. LA SFIDA

Una volta acquisite tutte le abilità allora è il momento di mettersi alla prova. Ed è qui che molti cadono. Sono gli avversari e le resistenze che ci aiutano a capire quali sono i nostri punti di forza ed i nostri punti deboli. Sono le sfide quotidiane che ci rendono forti.

Le sfide, le competizioni, le gare, ci mostrano i punti deboli ed i difetti della nostra "struttura". Ci insegnano su cosa noi dobbiamo ancora lavorare.

Questi 5 aspetti possono essere correlati ad ogni aspetto della nostra vita: lavoro e carriera, relazioni, salute e creatività.

Ciò che è importante sottolineare è che occorre lavorare molto sui fondamentali per poter costruire una solida struttura di crescita e sviluppo personale.

In Iniziazione Ermetica di Franz Bardon, le sfide sono date dagli standard elevati richiesti ad ogni livello (ad esempio il primo è quello di osservare i pensieri e ricordarli tutti, in un tempo di 10 minuti). Ogni volta che si tenta di raggiungere uno standard e non si riesce ci viene mostrato un aspetto su cui dobbiamo ancora lavorare.

Procedendo progressivamente con i livelli ci sono diverse sfide, sempre più complesse, ma vengono anche dati gli strumenti e le possibilità per sviluppare gradualmente queste abilità.

Nessun commento:

Posta un commento

La Treccia degli Obiettivi

Ho già parlato spesso del Magico 3 , i 3 Obiettivi su cui lavorare contemporaneamente nelle 3 principali aree di vita: salute, relazioni ...