sabato 8 febbraio 2020

Personaggi nella Trama della Vita

La vita è come un palcoscenico in cui siamo attori inconsapevoli di una trama scritta nelle stelle. Beh, almeno questo è quanto sottintende l'Astrologia.
Tutti noi abbiamo le nostre storie, le nostre avventure. Trame e personaggi.
Trovo molto interessante come la parola personaggio in inglese si traduca con character (o carattere). 

I personaggi possono essere più o meno consapevoli di esserlo... e questo fa la differenza.
Ma trama e personaggio sono essenzialmente la stessa cosa: la trama è ciò che fa un personaggio in una determinata situazione. 
E' il personaggio che compie le azioni. 
E' il personaggio che reagisce di impulso o agisce con consapevolezza delle proprie azioni (cioè sapendo che ogni causa ha il proprio effetto).
Sono proprio le nostre azioni che rivelano l'essenza del nostro personaggio (il nostro carattere). Molto più dei nostri pensieri, delle nostre emozioni o delle opinioni degli altri, sebbene tutto ciò sia molto importante.
La realtà osservabile, delle azioni e del corpo fisico, è ciò da cui dobbiamo partire, è la materia grezza della nostra Opera.

Noi immagazziniamo i nostri pensieri, tramite le nostre emozioni nel nostro corpo. Questa è l'essenza della manifestazione. Dal piano mentale, via piano astrale al piano fisico.
Un miope spesso si chiude nella sua realtà protettiva ristretta, ristretta quanto la sua percezione visiva.
Un obeso spesso immagazzina in sè un'enorme quantità di emozioni non elaborate, crea attorno a sè un'armatura, una protezione.

Entrambe queste persone sono persone normali, buone come chiunque altro. Ma sono dipendenti.
Il primo diventa ben presto dipendente dagli occhiali, che mantengono la sua visione ristretta e l'espressione bovina, il secondo dipendente dal cibo, si muove come una fortezza che trasporta i suoi merli emotivi attorno alla vita. 

Ogni essere umano si sente solo e impaurito. 
Ma cosa fai per affrontare la tua solitudine e la tua paura? 
L'accetti e ti rassegni perché non puoi fare niente altro? 
Perché è impossibile cambiare? 
Perché così ha voluto il destino? 
Così hanno deciso le "stelle"?  
Perché questa è la tua trama? 
O quali altre bugie ti dici per mantenere alte le tue difese?
La trama forse è scritta, ma il tuo personaggio può ancora decidere se essere un vincitore o un vinto. Può ancora decidere se essere l'eroe consapevole che affronta le sue sfide, o la barchetta sbattuta tra le onde della vita.

Chi si trascina dietro le afflizioni croniche di una vita sta forse vedendo la realtà in modo distorto. Si accartoccia su se stesso per vedere la "propria" realtà, una realtà limitata, ma protettiva.... una realtà sicura, ma grigia.

Desideri cambiare, ma non vuoi fare nulla... non puoi fare nulla... sei così debole... la vita è troppo complicata...


Stai distorcendo la tua Mappa della Realtà.

E con una mappa distorta non puoi sfruttare al meglio la tua intelligenza per raggiungere i tuoi obiettivi. 

Ci circondiamo di persone simili a noi, che ci accettano così come siamo e confermano la nostra realtà. Eppure vogliamo cambiare.

Allora dobbiamo circondarci di modelli e persone con una mappa della realtà più ampia, magari con idee, convinzioni e valori differenti

I nostri corpi sono il riflesso delle nostre attività quotidiane.
Le nostre attività quotidiane si basano sulle nostre priorità e sulle nostre capacità organizzative e di gestione del tempo. 
Le nostre priorità si basano sui nostri valori e sulla nostra intelligenza.
I nostri valori si basano sulla nostra salute emotiva e sulla nostra chiarezza mentale.

Così proprio come la nostra carriera (il nostro lavoro, qualunque esso sia) e le nostre relazioni, i nostri corpi ci danno enormi informazioni su di noi.
(E di questo ho già detto ieri, in Così in Basso, Così in Alto.)
Ci parlano della nostra disciplina, capacità di attenzione, salute emotiva, amore per noi stessi, impegno, capacità di recupero, conoscenza e saggezza.

E' il mondo intorno a noi che ci parla di ciò che c'è dentro di noi.

L'introspezione, uno dei cardini dell'Ermetismo fin dal primo livello di Iniziazione Ermetica, si fa guardando fuori di noi, non dentro. Curioso vero?
Ciò che vediamo fuori è il riflesso di ciò che abbiamo dentro, come riporta "tra le righe" anche la Tavola di Smeraldo.

Lintrospezione si fa guardando fuori di noi, non dentro.

Fingere il contrario è negare la propria vitalità, permettere a chi ci ferisce di vincere.

Smetti di mantenere la finzione che le nostre vite non hanno alcuna relazione con la nostra essenza.
Non farò altro che ricordartelo in ogni articolo di questo spazio.

Immagina di provare a scrivere una storia in cui le azioni del personaggio non hanno alcuna relazione con chi e cosa è.
Ti sembra possibile? 
Un personaggio che agisce slegato dalla propria interiorità? 
Un personaggio che si comporta in modo differente dal proprio modo di pensare o sentire?
Un personaggio che attira intorno a sé persone e situazioni totalmente diverse da ciò che porta dentro di sé?

Se non capisci questa connessione, come fai a diventare il personaggio consapevole della tua avventura? 
Solo affrontando i tuoi demoni, giorno per giorno, avrai la possibilità di sviluppare il tuo pieno potenziale.

Quod est inferius, est sicut quod est superius
et quod est superius, est sicut quod est inferius:
ad perpetranda miracula Rei Unius.

Nessun commento:

Posta un commento

La Treccia degli Obiettivi

Ho già parlato spesso del Magico 3 , i 3 Obiettivi su cui lavorare contemporaneamente nelle 3 principali aree di vita: salute, relazioni ...