lunedì 4 novembre 2019

Malkuth in Briah (Aria)

Il Piano Mentale di Malkuth ha a che fare con la Mente e con il Pensiero ed è associato agli Arcangeli Sandalphon (l'unico chiaramente indicato come femminile) e Metatron, l'unico Arcangelo che è reggente di due sfere: Malkuth e Kether. 

Una somiglianza notevole tra Metatron e Sandalphon, che pare fossero i due cherubini accoppiati nell'Arca dell'Alleanza, avviene con le figure di Shiva e Shakti del panorama induista.
Sotto ai simboli, troviamo la Coscienza e l'Energia.

La pratica di Briah in Malkuth consiste nel prendere consapevolezza dei propri pensieri e quindi imparare a controllarne il flusso. Tutto ha a che fare con l'Energia... sia il pensiero, sia l'emozione e sia ciò che noi facciamo fisicamente.

Il 10 di spade sembra una carta molto brutta e normalmente, in divinazione, non è portatrice di buone notizie e si vede bene dal morto trafitto. Ma questo morto altri non è che l'ego, ovvero l'insieme dei pensieri che ci ripetono costantemente chi siamo, mentendo, e tenendoci intrappolati in questa prigione. Uccidere l'ego, significa bloccare il flusso dei pensieri, aprire la porta della gabbia ed uscire e farci un giro, liberi... liberi di prendere una bella boccata d'aria e cominciare a vivere. 

Mi piace pensare ad ogni spada come ad una diversa tecnica di meditazione. Possiamo provare diversi approcci, ma alla fine l'obiettivo è il medesimo.


Osservazione dei Pensieri


L'osservazione dei pensieri in modo distaccato è una classica tecnica di meditazione, che serve per fare un passo indietro e prendere consapevolezza del fatto che noi non siamo i nostri pensieri. Noi siamo qualcos'altro, anche se siamo immersi nei pensieri e se i pensieri ci ricordano ogni momento chi siamo e cosa siamo. 
Ma questa è una prigione mentale dalla quale possiamo anche uscire, se lo vogliamo.

Oltre alla tecnica di meditazione è possibile anche sviluppare l'intelligenza con un'applicazione di questa tecnica che è chiamata Imagestreaming, dal suo inventore Win Wenger. Con questa tecnica, l'osservazione dei pensieri è legata alla vocalizzazione di ciò che appare nello schermo mentale.

Molto utile può essere anche la scrittura dei pensieri man mano che appaiono, oppure il rinforzo della memoria virtuale, a breve termine... attraverso la scrittura dei pensieri che abbiamo osservato in un determinato lasso di tempo, ad esempio 10 minuti. Questa capacità di memoria può tornare utile in molte altre occasioni, ad esempio per ricordare i sogni con il loro simbolismo.

Può essere utile anche l'applicazione di un'altra tecnica di Win Wenger, chiamata Memory Bank, in cui si registrano percezioni e pensieri che arrivano durante la giornata su un taccuino o su un supporto informatico. Questa tecnica che prevede di scrivere almeno 50 pensieri al giorno, permette di sviluppare la percezione di "bande di consapevolezza" che normalmente non vengono rilevate.

Presenza


Fin dalla prima Sfera è bene sviluppare uno stato di presenza continua, di risveglio di coscienza, di cui parlano tutti i grandi autori esoterici occidentali.
La Presenza in ogni momento è essenziale al proseguimento lungo il percorso. Non è un punto di arrivo, come molti credono, ma un punto di partenza.

Concentrazione


La concentrazione è una delle abilità che occorre sviluppare fin dal principio. Senza la concentrazione mentale non vi può essere concentrazione di energia nè sviluppo alcuno. 

Ci si può concentrare su un pensiero, su una parola, un mantra, una preghiera, un'immagine o una sensazione... ci si può concentrare anche su un problema di lavoro, di matematica o su un argomento specifico, un flusso di pensieri. Può essere utilissimo, oltre che per sviluppare il controllo mentale, anche per incrementare le capacità creative.

Meditazione


La meditazione è essenziale per procedere lungo le sfere dell'Albero. Occorre acquisire la padronanza dei pensiero, saperlo osservare, controllare ed anche bloccare. La cosa più importante in assoluto è mantenere il controllo di se stessi, il proprio centro, in mezzo al mondo dei cambiamenti continui che è Malkuth.

Meditazione e presenza vanno di pari passo e non vanno mai sottovalutate.
Esistono tantissimi modi e tecniche di meditazione. Ognuno deve trovare quella a lui più congeniale, si può partire anche da una meditazione attiva come il Silva Mind, per raggiungere uno stato di profonda calma interiore, ma l'obiettivo finale deve essere la cessazione del pensiero.

Nessun commento:

Posta un commento