lunedì 2 settembre 2019

CITAZIONI - Eliphas Levi

"Il destino dell'uomo, come abbiamo detto, è di farsi o creare se stesso; lui è e sarà il figlio delle sue opere per il tempo e per l'eternità"

"Tutti gli uomini sono chiamati a concorrere, ma il numero degli eletti, vale a dire quelli che riescono, è sempre piccolo. In altre parole, gli uomini desiderosi di essere qualcosa sono in gran numero e gli uomini di elite sono sempre rari"
Eliphas Levi
Dogme et Rituel de l'Haute Magie - Tome II
(Le Cerimonial des Inities)

Eliphas Levi (il cui vero nome fu Alphonse Louis Constant), nacque a Parigi l'8 febbraio 1810 e moriì nella stessa città il 31 maggio 1875 a 65 anni.

Figlio di un calzolaio entrò in seminario, ma non diventò mai prete.

Tra i suoi iniziatori e maestri vi furono Don Antonio Marino, abate di San Giovanni a Carbonara in Napoli, Alphone Esuirose, studioso di magnetismo animale, il missionario Josè Custodio de Faria, l'alchimista Louis Lucas e i cabalista Hoene Wronski (che gli diede il nome di Eliphas Levi).

Diventò amico dello scrittore Edward Bulwer-Lytton, autore del romanzo esoterico Zanoni e venne iniziato alla Massoneria del Grande Oriente di Francia.

Nessun commento:

Posta un commento