lunedì 4 marzo 2019

Mobilità Senza Età

Se dovessi consigliare un insegnante per recuperare la mobilità del corpo senza dubbio farei il nome di Scott Sonnon.

I suoi programmi di "mobilità senza età", come l'Intu Flow Longevity System illustrato nel libro Free To Move, sono assolutamente eccezionali e consistono in un insieme di mobilità dinamica specialmente di origine sufi (e russa) e di semplici tecniche di yoga. 

Con il passare degli anni, perdiamo gradualmente la nostra capacità di movimento, perdiamo libertà, diventiamo schiavi, bloccati in corpi rigidi. 
Questo è il prezzo della civilizzazione, del progresso e della sedentarietà. 

Ma con la conoscenza possiamo invertire questo processo, possiamo recuperare la mobilità perduta e la funzionalità delle nostre articolazioni.

Il movimento guarisce.

Il movimento guarisce davvero perchè permette al fluido sinoviale che si trova tra le articolazioni di muoversi e nutrire tutti i tessuti che sono tesi e sacrificati. 
Per nutrire ossa e articolazioni abbiamo bisogno di movimento.

Per eliminare mal di schiena, problemi posturali, dolori alle ginocchia ed alle caviglie, tunnel carpale e tendiniti... dobbiamo muoverci e ristabilire la nutrizione dei tessuti profondi.
Possiamo mangiare i cibi più sani della Terra, ma se non abbiamo un sistema di distribuzione funzionale a tutti i tessuti del corpo, non serviranno a molto.

Noi siamo un sistema completo e dobbiamo prestare attenzione ad ogni parte di questo sistema: movimento, respirazione, alimentazione, igiene... senza trascurarne alcuna. Senza trascurare nemmeno l'allenamento della mente (e memoria) e la corretta gestione delle emozioni. 

Non possiamo nemmeno immaginare che il cervello ed il resto del corpo (ed il movimento) siano elementi scollegati... e non possiamo nemmeno immaginare come possiamo avere una mente efficiente con un cervello che funziona alla metà del suo potenziale.

Il video che propongo (in inglese), in 5 parti, è una conferenza di Scott Sonnon del 2008. 
Buona visione e fai gli esercizi mentre guardi.

2 commenti:

  1. [Con il passare degli anni, perdiamo gradualmente la nostra capacità di movimento, perdiamo libertà, diventiamo schiavi, bloccati in corpi rigidi.]

    Se avessimo meno vita o perlomeno fino a 70 anni invece che 90/100 probabilmente avremmo bisogno giusto della pensione

    RispondiElimina
  2. Perdiamo gradualmente la nostra capacità di movimento ben prima dei 70 anni.
    Io vedo ventenni con capacità motorie di un anziano. Mio nonno era sicuramente più agile e forte, dato che a 90 anni faceva ancora i lavori nei campi... a mano.

    Se avessimo solo 70 anni di vita, la pensione sarebbe praticamente inutile, dato che la danno ormai agli ultra 65enni :)

    RispondiElimina