martedì 19 marzo 2019

Scegliamo le Abitudini della Salute: Mobilità o Dolore?

Noi siamo i figli delle nostre abitudini. Anche la nostra postura e la nostra mobilità dipendono strettamente da ciò che facciamo maggiormente durante la giornata. 

Ad esempio se stiamo tutto il giorno al pc, avremo dei problemi posturali ed articolari legati alla sedentarietà. Ma qualunque lavoro o attività che non comporti il pieno utilizzo le capacità del corpo porta ad adattamenti che possono essere positivi o negativi per la salute in generale.

Problemi alle spalle, problemi alle ginocchia, tunnel carpale, difficoltà di movimento, sono tutti effetti dell'età e delle abitudini ripetute nel tempo.
Ma noi non siamo necessariamente vittime del tempo.  Possiamo fare qualcosa.

E quel qualcosa è allenare la mobilità articolare.
Permettere ai fluidi sinoviali di irrigare le articolazioni, permettere al sangue di portare ossigeno e nutrimento a tutti i tessuti.

Altrimenti gli incidenti ed i dolori si amplificheranno sempre più con il passare del tempo.
E' necessario costruire una solida stabilità strutturale, insieme ad un movimento fluido e dinamico di braccia e gambe per assorbire e generare forza.

La salute del corpo è troppo importante per rimandarla continuamente a quando saremo ammalati.
Dolori e squilibri nel corpo inoltre non ci permettono di rendere al massimo nelle nostre abilità lavorative e sportive, ci debilitano, riducono le nostre possibilità di crescita ed espansione.

E' importante renderci conto che le abitudini forgiano la nostra vita. Così possiamo imparare a scegliere. 

Scegliere abitudini positive che danno risultati positivi.
Ad esempio dedicare venti minuti o mezz'ora al giorno alla mobilità delle articolazioni del corpo, per rigenerarci e permettere all'energia di fluire liberamente.

Senza mobilità, una ulteriore attività fisica, come ad esempio anche la corsa, può creare più danni che benefici. Senza mobilità, si creano compensazioni muscolari in ogni parte del corpo che causano ulteriori danni strutturali... e dolori fisici.

Servono tre settimane (i classici 21 giorni) per creare nuovi modelli di movimento. Poi ancora fino a 40 giorni per creare un'abitudine di movimento solida ed un nuovo stato di salute vibrante ed energia.

Non sarà una passeggiata. All'inizio sarà dura, rendersi conto di quanto si è irrigiditi e di quanto sia difficile fare esercizi anche molto semplici.. ma dovrai andare avanti, sentire il dolore, prenderne consapevolezza e procedere oltre.

Supererai questa fase ed andrai verso uno stato di energia, mobilità e salute che mai più avresti immaginato. Servono solo pazienza, compassione verso te stesso ed un po' di perseveranza. Ma ne verrai ampiamente ripagato.

Ci sono centinaia di video su YouTube sul lavoro di mobilità. Io mi sento di consigliare due trainer in particolare:
Scott Sonnon
 


Nessun commento:

Posta un commento