giovedì 9 marzo 2017

V.I.T.R.I.O.L. e la Terra Interiore

L'addestramento magico non prevede tanto l'uso di bacchette, formule e specchi magici, ma una trasformazione radicale della propria identità.

L'obiettivo è quello di cambiare la propria identificazione tra essere umano limitato a divinità illimitata, ciò che viene chiamata anche la "fusione" con il divino.

Trasformarsi nel profondo non è affatto facile, è un'impresa titanica. 

Bisogna cambiare le proprie azioni abitudinarie, i propri meccanismi di pensiero, l'instabilità delle emozioni. 

Si tratta davvero di un percorso da 12 Fatiche di Ercole.

Si deve riportare armonia tra il subconscio, che funziona a basso consumo di energia e il conscio, che invece necessita un'altissima quantità di energia.
Ecco perché uscire dai nostri meccanismi subconsci è così difficile. Non abbiamo sufficiente energia.

L'addestramento consiste proprio nello sviluppare energia per potenziare il conscio (situato nell'emisfero pre-frontale del cervello) e la forza di volontà, nell'imparare a riprogrammare il subconscio ed a creare nuove sinergie tra corpo fisico, astrale e mentale.

Le nostre azioni quotidiane creano le nostre abitudini.
Le nostre abitudini creano comportamenti.
I nostri comportamenti forgiano la nostra identità.
La nostra identità costituisce il nostro carattere.
Ed il nostro carattere determina il nostro Destino.

Ecco perché nel primo livello ermetico c'è quella parte così importante, quella degli Specchi dell'Anima, in cui facciamo un'analisi profonda dei nostri difetti e delle nostre virtù, che altro non sono che le nostre abitudini (positive e negative), azioni e caratteristiche.

Ecco perché subito cominciano a trasformare le caratteristiche indesiderate nell'aspetto opposto (attraverso le tecniche della magia dell'acqua, della respirazione e dell'alimentazione) e continuiamo a farlo, aumentando giorno per giorno la nostra energia disponibile.

Ecco perché giorno dopo giorno costruiamo praticamente dal nulla la capacità di meditare, di controllare corpo, emozioni e mente e metterli al servizio di uno scopo più elevato.

Ecco perché ogni giorno ci alleniamo ad essere più presenti e consapevoli, meno robot e meno automi, costruendo sane abitudini di persistenza, efficacia, resilienza

V.I.T.R.I.O.L. - Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem
Questo piccolo motto in latino, che compare nell'opera Azoth dell'alchimista Basilio Valentino, significa "visita l'interno della terra ed operando con rettitudine troverai la pietra nascosta" ed  indica proprio il procedimento alchemico della Grande Opera, che consiste essenzialmente nel dissolvimento degli aspetti più negativi nell'anima della persona, per ricomporli in forma nobile e giungere alla realizzazione della Pietra Filosofale.

Nessun commento:

Posta un commento

La Preservazione dell'Energia Sessuale

Swami Sivananda era tenuto in grande considerazione da Franz Bardon e pare che tra i due ci siano stati anche scambi epistolari oltre che...