Tre Piccoli Consigli per Iniziare a Meditare

La meditazione è la base di ogni pratica esoterica, ma molti si avvicinano a questo mondo nel modo sbagliato.
 
Cominciano subito a meditare per troppo tempo, senza ottenere la giusta presenza nè la corretta profondità. Non vedendo alcun risultato, dopo un po' smettono e rinunciano.

Il mio consiglio è cominciare con piccoli passi. 

Comincia con un minuto. Un solo minuto in cui non farai altro che osservare il tuo respiro o i tuoi pensieri.

Anche una sequoia gigantesca è stata una piccola piantina all'inizio... e così dobbiamo trattare la nostra pratica... come una piantina piccola da curare e far crescere, per poi goderne i frutti.

Piano piano aumenterai la durata e contemporaneamente migliorerà la profondità e la qualità di ogni sessione. Non esagerare e se perdi costantemente il filo, perdendoti nei pensieri, allora stai facendo il passo più lungo della gamba. Piano. La fretta è cattiva consigliera.

La seconda cosa che posso consigliare è la corretta postura. 

Questa è una cosa che ho spesso sottovalutato... a torto.
Infatti la postura è strettamente collegata allo stato mentale. Migliore è la postura, con la schiena bene eretta, e molto più facile diventa mantenere focus ed attenzione.

Se siamo sdraiati o con la schiena troppo rilassata, appena facciamo scendere le onde cerebrali, cadiamo nella semi-incoscienza, nel flusso dei pensieri (il sognare ad occhi aperti) o addirittura nell'incoscienza (sonno).

La postura è molto importante e bisogna sviluppare anche la forza di volontà nel mantenerla e non muoversi anche se si sente il desiderio di grattarsi. Piano piano il corpo verrà domato e si acquisirà maggior controllo.

L'ultimo consiglio di questa settimana è di creare dei gesti rituali che ci permettano di riaccedere velocemente a questi stati mentali che stiamo coltivando. 

Ad esempio usare sempre lo stesso cuscino, lo stesso abito, lo stesso mala... oppure recitare un mantra o una preghiera, una serie di suoni o un conteggio alla rovescia.

Io che ho iniziato con il Silva Mind, uso spesso un conteggio alla rovescia. Non perchè sia il metodo migliore, ma semplicemente perchè l'ho condizionato in tanti anni di pratica.

2 commenti:

  1. Mi piacciono i tuoi articoli, tanto che da un po' mi sono aggiunta tra i tuoi lettori fissi e ti seguo!
    Un saluto
    Eleni

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio per il feedback positivo. Piano piano dovrei rinnovare tutto il sito. Spero che gli articoli possano essere anche utili per la pratica.

    RispondiElimina