Il Segreto dell'Alchimia è lo Specchio dell'Anima

Chi conosce gli altri è saggio, 
chi conosce se stesso è illuminato
Lao Tzu

L'autoanalisi è uno dei più importanti preliminari della magia. Molti sistemi occulti saltano questa parte e questo è il motivo per cui non ottengono buoni risultati. Questo lavoro psichico preliminare è indispensabile per ottenere l'equilibrio magico, senza di cui ogni sviluppo reale è impensabile.

E questo per lungo tempo è stato un mio errore. Mi sono dedicato molto a tutti gli altri aspetti della pratica, ma ben poco sia all'autoanalisi, sia alla trasformazione del carattere. Eppure questa è la chiave di volta.

Oh cavolo, ho rivelato il segreto dei segreti. Ma tanto lo so che quasi nessuno ci crederà e ancor meno lo metteranno in pratica, quindi mi sento a posto con la coscienza. :)

Ma torniamo allo Specchio dell'Anima. Molti praticanti della Via Ermetica lo relegano ai primi passi, ai preliminari, eppure questo è il Fondamento di tutto lo sviluppo magico e va portato avanti livello dopo livello fino alla completa maestria.

Lo Specchio dell'Anima è normalmente diviso in 2 parti: nero con i difetti e bianco con le virtù (i punti di forza) ed è strettamente personale, perchè siamo tutti "pezzi unici" e non è possibile copiare lo "Specchio" di un altro per fare prima.

L'osservazione di sè è la chiave per analizzare la propria personalità, ma personalmente io utilizzo anche l'Astrologia. L'analisi del mio tema natale e la meditazione sullo stesso è di grande aiuto per me.

Le parti bianca e nera dello specchio richiamano direttamente al simbolo del Tao ed infatti abbiamo tratti caratteriali che possono essere opposti. Da una parte ciò di cui vogliamo liberarci e dall'altra ciò verso cui tendiamo.

Quando gli specchi sono trascesi si passa ad un'altra fase che io chiamo dello Specchio d'Oro, ma questa è un'altra storia, di cui forse parlerò tra un paio d'anni.

Ma torniamo all'Astrologia. L'analisi del tema natale mi è molto utile perchè mi aiuta già a suddividere i tratti caratteriali secondo gli elementi e secondo i tre livelli di importanza. Ma nota bene... il tema natale va meditato. Non è sufficiente prendere ciò che ci dice il libro o il software.

Una volta che gli specchi sono completati si procede alla trasmutazione delle caratteristiche negative in positive, cominciando già con le semplici tecniche del primo livello di Iniziazione all'Ermetica e poi con quelle più specifiche del secondo.

Lavorando costantemente su di sè, sull'equilibrio degli Elementi e raffinando la propria personalità, automaticamente si schiuderanno infinite possibilità.

Bardon diceva che più l'essere umano è bilanciato (in equilibrio, in armonia) e più si aprono i portali del mondo invisibile ed è anche per questo che nel libro Questions and Answers, affermava che amore e umiltà possono sostituire tutti gli esercizi ermetici. Sarà questo il motivo per cui i santi possono fare miracoli?

3 commenti:

  1. Grazie...noto con piacere che dopo anni di pestilenziali inondazioni a base di PNL, leggi d'attrazione varie e tecniche di magia a buon mercato, da un po' di tempo a questa parte riemergono qua e là osservazioni fondamentali come questa. Sta forse cambiando qualcosa?

    RispondiElimina
  2. Il fatto è che le tecniche di magia e le leggi di attrazione non funzionano così bene senza aver sistemato prima l'Armonia e l'Equilibrio interiore.

    RispondiElimina
  3. Tutto parte da se stessi, e tutto torna a se stessi, considero le varie discipline new age degli ultimi anni un piccolo tentativo per rendere consapevoli tutti, a livello globale dell'importanza che singolarmente rivestono, ma è un punto di partenza, non un punto di arrivo. L'obiettivo era incuriosire perché poi si approfondisse. Le tecniche fini a loro stesse non rappresentano uno sviluppo. Ma questo nessuno lo dice perché la porta la apre chi desidera andare oltre ed è pronto per farlo.

    RispondiElimina