mercoledì 30 novembre 2016

Non Riesci ad Osservare i Pensieri?

Ci sono molte persone che non riescono a sviluppare buoni fondamentali nella meditazione, perchè non riescono nelle prime fasi del metodo.
Non riescono ad osservare i pensieri in modo distaccato.

In questo breve articolo cercherò di dare qualche indicazione per i principianti, ma anche per i praticanti che ancora hanno difficoltà... e soprattutto per tutte quelle persone che ci provano da anni, pur rimanendo dei principianti perchè non riescono a progredire.

La prima cosa che consiglio è di adottare una posizione seduta, con la schiena ben eretta e la testa ben diritta, senza appoggiarsi allo schienale. 

I piedi ben appoggiati a terra e la gamba (tra ginocchio e piede) perfettamente verticale.

Mani sulle cosce, possibilmente con i palmi verso l'alto.

Dopo di che bisogna rilassare il corpo e gli occhi in particolare.

Consiglio anche di focalizzare l'attenzione nello spazio tra gli occhi, alla radice del naso e di adottare una respirazione calma e rilassata.

Con questa importantissima premessa, che non va affatto sottovalutata, imposta il tuo primo obiettivo: 1 minuto!

E per un minuto osserva lo schermo della tua mente, osserva ciò che vedi nello schermo davanti a te, osserva tutti i pensieri che ti passano nella mente, facendo anche un piccolo sforzo per ricordarli.

Quando hai raggiunto il tuo obiettivo... hurrààà!! Festeggia pure e goditi il tuo primo successo!

Per poi alzare la sbarra. Due minuti... Poi tre... e avanti così fino a 10 minuti!

Questo dev'essere il tuo primo grande obiettivo nella meditazione.

Osserva poi come ti senti, cosa provi, il tuo livello di energia e di attenzione mentale.

E poi avanti verso livelli sempre più profondi.

lunedì 28 novembre 2016

Zanoni - Storia di un Rosacroce

Ho da poco terminato il libro Zanoni - Storia di un Rosacroce, un romanzo ambientato tra l'Italia, la Grecia e la Francia della Rivoluzione Francese.

Io l'ho trovato molto bello e interessante. 

Alcuni lo considerano un romanzo esoterico, altri un semplice romanzo storico,  ma sicuramente questo non è un libro come gli altri. 

Ci sono precisi riferimenti a personaggi e fatti storici mescolati con concetti dell'esoterismo europeo.

Zanoni è un uomo che ha ottenuto l'immortalità in tempi molto antichi, così come il suo amico Mejnour. 

Il primo rappresenta l'Arte con il suo amore per il mondo e per il genere umano, il secondo la Scienza, l'amore per la conoscenza ma anche l'incuranza del bene o del male.

Zanoni si innamora di una bella cantante napoletana di nome Viola e cerca di elevarne l'anima per rendere anch'essa immortale, ma lei è più interessata alla bellezza dell'amore terreno ed è ancora molto legata alla superstizione. 

Per Zanoni non è possibile aiutarla ad elevarsi ed allora si sacrifica per lei.

La loro vicenda si intreccia con molti altri personaggi, che oscillano tra la virtù e le passioni del mondo, mostrando come le abitudini e le meccanicità della personalità siano così forti e difficili da trasformare e come siano così influenti nel processo di causa-effetto.

Lo stesso Mejnour proverà ad iniziare l'inglese Glyndon, su invito di Zanoni, ma le sue passioni ed i desideri terreni gli impediranno di andare oltre il Guardiano della Soglia e poter accedere ai mondi superiori ed alle conoscenze e capacità del suo maestro.

Un libro che non può mancare nella biblioteca del serio ricercatore dei misteri iniziatici.
Zanoni
Il romanzo sul mistero dei Rosa-Croce
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 11

martedì 22 novembre 2016

Tre Aspetti del Coraggio per Cambiare Davvero

Il Coraggio è una caratteristica dell'Elemento Fuoco.

Abbiamo già visto altre caratteristiche del Fuoco, come la Forza di Volontà e la Fiducia nelle Proprie Possibilità, la Convinzione di farcela.

Sono caratteristiche di Fuoco e potremmo associarle tranquillamente all'aspetto guerriero del pianeta Marte, o ai segni di Fuoco di Ariete, Leone e Sagittario.

Il Coraggio di affrontare e debellare la Paura.

Il primo aspetto del Coraggio è individuare la Paura che abbiamo e rifiutarla. Definirla chiaramente e manifestare la propria Volontà nell'eradicarla. Qualunque essa sia.

Il secondo aspetto del Coraggio è cambiare la nostra modalità di pensiero nei confronti di quella paura. E per fare questo dobbiamo cambiare prospettiva, vederla da un altro punto di vista, cambiare ciò che ci diciamo a riguardo... cambiare la nostra percezione.

E' qui che dobbiamo spegnere la vocina interiore che ci instilla il dubbio sulle nostre capacità e ci proietta scenari catastrofici... è qui che dobbiamo cambiare le nostre immagini interiori, le nostre sensazioni ed anche il dialogo interno. E' qui che dobbiamo avere il pieno controllo dei nostri pensieri.

Il terzo aspetto consiste nel dare tempo ai nostri neuroni di ricablare la struttura del cervello, dare tempo alla nostra mente di rimuovere i vecchi modelli di pensiero e sostituirli con altri, nuovi e più utili. 

Dobbiamo fare in modo che il nostro cervello e la nostra mente agiscano direttamente contro la nostra paura, passo dopo passo, in modo concreto e costante.


venerdì 11 novembre 2016

La Fede Smuove le Montagne

La Fede è un'altra caratteristica dell'Elemento Fuoco.

La Fede è la fiducia, la certezza, la convinzione di una determinata idea.

Agire con Fede significa avere la certezza matematica che una determinata cosa accadrà se compiamo certe azioni.

Ed oggi vorrei parlare di convinzioni... alcune utili, altre totalmente dannose per il nostro sviluppo.

Una pessima convinzione, che io ho avuto e molti altri hanno, è di essere speciali, di essere particolari, un caso unico. Di essere più intelligenti di molti altri e che non c'è sempre bisogno di lavorare duramente... questa convinzione ci porta fuori strada, verso la pigrizia e l'attesa di informazioni migliori (che non arrivano, dato che non applichiamo ciò che abbiamo).

Una buona convinzione è invece credere che tutti possiamo acquisire determinate abilità con il giusto impegno e che il successo è solamente l'acquisizione di un'abilità attraverso la pratica.

La chiave del successo non è semplicemente la forza di volontà (focus o uno sforzo continuato), ma un insieme di idee di crescita e sviluppo. Credere che stiamo diventando migliori giorno dopo giorno grazie ai nostri pensieri ed alle nostre azioni.

La persistenza e la forza di volontà sono grandiose... ma appassiscono se non sono supportate da un buon substrato di convinzioni potenzianti, dalla fiducia in se stessi e nel proprio cammino di crescita.

Dobbiamo cominciare a pensare in modo differente. Noi non siamo ancorati ai nostri limiti attuali.
Possiamo essere migliori.
Anche le Neuroscienze ci dicono che il nostro cervello è estremamente plastico.

E con nuove convinzioni positive di crescita e miglioramento, possiamo cambiare...
E portare il nostro gioco ad un nuovo livello.

La nostra convinzione di base dev'essere che noi "possiamo diventare migliori"... ed allora chiediamoci "Come posso fare meglio ciò che faccio per raggiungere i miei obiettivi?"

Altra utile convinzione è "Noi impariamo dalle nostre esperienze"... ed allora cosa ho imparato dalla mia esperienza? Come posso cambiare le cose con queste nuove informazioni?

Altre...
"Non esistono fallimenti, solo feedback".
"Perdere una battaglia ti insegna a vincere la guerra"
"Mi alzo dopo una caduta e sono più forte".
"Cadere e rialzarsi fa parte del processo di crescita"









«IN VERITÀ VI DICO: SE AVRETE FEDE PARI A UN GRANELLINO DI SENAPA,
POTRETE DIRE A QUESTO MONTE: SPOSTATI DA QUI A LÀ,
ED ESSO SI SPOSTERÀ, E NIENTE VI SARÀ IMPOSSIBILE» (MT. 17, 20)

lunedì 24 ottobre 2016

Il Pasto è un Momento Magico - La Magia dell'Alimentazione

Mangiare è un momento magico... questo lo sappiamo tutti. Ma può essere magico davvero.
Per prima cosa si deve tenere spenta la televisione... la televisione ammazza la magia perchè ci rende automi inconsapevoli.


Per seconda cosa bisogna sviluppare la lentezza e soprattutto la consapevolezza.

Bisogna prestare attenzione ad ogni boccone, osservare come è fatto, sentirne il profumo, la croccantezza, il gusto ed ogni sensazione.

Masticare bene ed essere presenti, lì, in quel momento... non come galline che buttano giù a gargarozzo.

E in questo momento di consapevolezza, concentrazione e focus, si può "caricare" il cibo con la forma pensiero del desiderio che si vuole realizzare. 

La si immagina, la si sente e si pretende che sia integrata nel cibo. Dopo di che la sua "sacra" ingestione la porterà a manifestazione.


Per dare maggiore enfasi all'atto magico è possibile imporre le mani sopra al cibo, oppure trasmettere l'intenzione attraverso gli occhi


Il cibo va mangiato lentamente e con consapevolezza, con l'assoluta certezza che il desiderio sta entrando nel corpo e la sua manifestazione è solo questione di tempo.
 
L'alimentazione deve ritornare ad essere un atto magico. Qualsiasi alimento solido o bevanda va bene per l'impregnazione magica con il desiderio. Il cibo "impregnato" dall'intenzione magica va consumato completamente.
 
Non bisogna lasciarsi distrarre dalla televisione quando si mangia, non si deve leggere e non si dovrebbe nemmeno parlare. Magia è magia.

venerdì 7 ottobre 2016

Il Vero Motivo per la Doccia Fredda Quotidiana (ed altri 11 Importanti Benefici)

La doccia fredda quotidiana è una pratica consigliatissim per i suoi moltissimi benefici per la salute.

Devo ricordarne qualcuno a scopo motivazionale? Ok, ok...

1. Migliora la circolazione sanguigna

2. Stimola la sintesi di noradrenalina, l'ormone antidepressivo

3. Rinforza il sistema immunitario

4. Aumenta il livello di testosterone

5. Aumenta il livello di energia e benessere

6. Aumenta l'autocontrollo

7. Migliora la qualità del sonno

8. Aumenta l'autostima

9. Attiva la lipolisi (brucia i grassi)

10. Promuove l'ossigenazione dei tessuti e degli organi

11. Aumenta la quantità di glutatione (l'antiossidante più potente)

Ma qual è il motivo principale per cui si fa la doccia fredda quotidiana in magia ermetica?
Perchè spazza via le larve!

La doccia fredda spazza via gli aggregati psichici più deboli attaccati al nostro campo energetico ed indebolisce quelli più forti, drenando via la loro forza vitale (che è quella che prendono a noi).

Certamente non risolve il problema alla radice, ovvero alla creazione della larva, ma rende più facile il nostro lavoro alchemico di purificazione, che verrà portato avanti con la forza di volontà e l'autosuggestione.

L'acqua fredda è un accumulatore. Più è fredda e più ha capacità magnetica di attrarre a sè "informazioni" e quindi portarle via dalla nostra anima (campo emozionale).

Spero che anche tu, da oggi... o da domani... comincerai con le docce fredde quotidiane. :)

mercoledì 5 ottobre 2016

Tre Piccoli Consigli per Iniziare a Meditare

La meditazione è la base di ogni pratica esoterica, ma molti si avvicinano a questo mondo nel modo sbagliato.
 
Cominciano subito a meditare per troppo tempo, senza ottenere la giusta presenza nè la corretta profondità. Non vedendo alcun risultato, dopo un po' smettono e rinunciano.

Il mio consiglio è cominciare con piccoli passi. 

Comincia con un minuto. Un solo minuto in cui non farai altro che osservare il tuo respiro o i tuoi pensieri.

Anche una sequoia gigantesca è stata una piccola piantina all'inizio... e così dobbiamo trattare la nostra pratica... come una piantina piccola da curare e far crescere, per poi goderne i frutti.

Piano piano aumenterai la durata e contemporaneamente migliorerà la profondità e la qualità di ogni sessione. Non esagerare e se perdi costantemente il filo, perdendoti nei pensieri, allora stai facendo il passo più lungo della gamba. Piano. La fretta è cattiva consigliera.

La seconda cosa che posso consigliare è la corretta postura. 

Questa è una cosa che ho spesso sottovalutato... a torto.
Infatti la postura è strettamente collegata allo stato mentale. Migliore è la postura, con la schiena bene eretta, e molto più facile diventa mantenere focus ed attenzione.

Se siamo sdraiati o con la schiena troppo rilassata, appena facciamo scendere le onde cerebrali, cadiamo nella semi-incoscienza, nel flusso dei pensieri (il sognare ad occhi aperti) o addirittura nell'incoscienza (sonno).

La postura è molto importante e bisogna sviluppare anche la forza di volontà nel mantenerla e non muoversi anche se si sente il desiderio di grattarsi. Piano piano il corpo verrà domato e si acquisirà maggior controllo.

L'ultimo consiglio di questa settimana è di creare dei gesti rituali che ci permettano di riaccedere velocemente a questi stati mentali che stiamo coltivando. 

Ad esempio usare sempre lo stesso cuscino, lo stesso abito, lo stesso mala... oppure recitare un mantra o una preghiera, una serie di suoni o un conteggio alla rovescia.

Io che ho iniziato con il Silva Mind, uso spesso un conteggio alla rovescia. Non perchè sia il metodo migliore, ma semplicemente perchè l'ho condizionato in tanti anni di pratica.

lunedì 3 ottobre 2016

6 Buoni Motivi per Meditare Regolarmente

Per avere una costanza di pratica bisogna avere dei buoni motivi.

Non basta voler meditare perchè è figo, perchè è di moda. Devo avere dei motivi validi e solidi.

1. Meditare dà un maggior controllo sulla mente.

La meditazione sta alla mente come il fitness sta al fisico. Poco per volta, ma in modo costante, possiamo prendere pieno controllo del nostro potenziale. Ma bisogna cominciare e perseverare.

2. Meditare sviluppa la forza di volontà.

La forza di volontà è una caratteristica mentale che viene rinforzata proprio dal costante e consapevole utilizzo. La meditazione è un ottimo metodo per svilupparla.

3. Meditare ottimizza il sistema immunitario

Migliora la salute e lo stato di benessere generale come conseguenza del rilassamento fisico, emozionale e mentale.

4. Meditare sviluppa la capacità di concentrazione e focus.

E di conseguenza aumenta la produttività, la vitalità e la capacità di portare la propria attenzione dove si vuole per quanto tempo si vuole, senza distrazioni.

5. Meditare cambia l'espressione genetica.

L'epigenetica ci dice che l'espressione dei geni non è determinata solamente da quanto ereditiamo, ma anche dal nostro ambiente esteriore ed interiore (pensieri, emozioni)

6. Meditare ci permette di connetterci con il nostro Sè Superiore.

Questo è l'obiettivo principale, la connessione con CHI SIAMO VERAMENTE (CSV), l'apertura dei portali sul mondo dello spirito, sulla realtà che esiste e che ancora non possiamo percepire perchè non siamo addestrati a farlo.

Ma ci arriviamo solo con pazienza e perseveranza. Quindi il mio consiglio è non mollare, ma meditare per obiettivi molto terreni ed intanto passo-passo costruire le basi per andare oltre... oltre ciò che possiamo immaginare.

domenica 2 ottobre 2016

I 3 Pilastri dell'Auto-Massaggio Quotidiano

Una tecnica molto semplice, ma molto efficace per attivare il corpo fisico... per accenderlo... è una sorta di leggero massaggio superficiale.
 

Questo massaggio può essere eseguita con una spazzola in setole naturali, oppure anche solo con le mani.

A cosa serve?


1. Stimola il sistema nervoso superficiale e la sua sensibilità.

Le fibre nervose trasmettono e ricevono i segnali da e per ogni parte del corpo. L'energia vitale si muove principalmente lungo le fibre nervose che sono un sistema di comunicazione della bioelettricità.

Io eseguo regolarmente un movimento che ho chiamato il Circuito Base per ottenere una trasmissione del segnale sempre migliore e sempre più intensa.

In pratica le mani si muovono velocemente e con un pressione leggera lungo le braccia, il tronco e le gambe, in senso orario lungo l'esterno del corpo.


2. Stimola la circolazione sanguigna

Il massaggio stimola il flusso del sangue soprattutto nelle zone più lontane dal cuore e nella parte superficiale del corpo, favorendo un migliore scambio delle sostanze gassose e nutritive.

Una migliore circolazione sanguigna è garanzia di miglior salute. Il sangue inoltre è veicolo del quinto elemento: l'Etere. E quindi a maggior ragione l'energia vitale viene stimolata.


3. Favorisce il drenaggio linfatico e l'eliminazione delle tossine.

Soprattutto un massaggio leggermente più intenso e l'uso della spazzola, permettono di andare più in profondità e di rimuovere le tossine accumulate sotto cute o nei pori della pelle.



E la disintossicazione fisica permette migliore vitalità, benessere generale e lucidità mentale.

Nella mia pratica alterno tra una stimolazione più leggera e superficiale (energetica) e più profonda (fisica), sia per avere effetti diversi, sia per mantenermi costante nella pratica eliminando il nemico numero 1 che è la noia.

venerdì 23 settembre 2016

9 Idee per Sviluppare La Forza di Volontà

Una delle prime caratteristiche da sviluppare nella pratica magica del primo e secondo livello di Iniziazione all'Ermetica è la Forza di Volontà.

Senza questo Potere Interiore, senza questo fuoco che arde dentro, non riusciremmo mai a creare o raggiungere ciò che desideriamo.

Infatti possiamo considerarla come l'energia che ci permette di raggiungere i nostri obiettivi (grandi o piccoli che siano) e di superare le nostre debolezze o abitudini negative (ad esempio fumare).

La forza di volontà rappresenta in sintesi una sorta di braccio di ferro tra due "parti" all'interno di noi stessi: la parte che vogliamo diventare e la parte che reagisce per impulsi (la parte animale).

Ma come fare per sviluppare la regina delle virtù?

1. La forza di volontà si allena come un muscolo.


Piccoli passi alla volta, prendendo consapevolezza della lotta interiore, tra la mente delle reazioni impulsive e la mente superiore...

La nostra parte subconscia non ama i cambiamenti, il suo scopo è preservare per proteggerci. Le novità possono essere imprevedibili e pertanto cerca di mantenere lo status quo.

La nostra parte conscia invece ci spinge avanti, a cambiare, a migliorarci costantemente, ad "alzare la sbarra" di quello che siamo abituati a fare..

Un po' forzatamente potremmo considerarli come il diavoletto e l'angioletto sulla spalla di tanti cartoni animati.


2. Sviluppare e coltivare una forte immagine del Sè Futuro, del Sè Realizzato al termine del percorso magico ermetico.

Come vorrai essere tra 10 anni? Come sarai a livello fisico, energetico e mentale?
E poi chiediti frequentemente... il mio Sè Futuro cosa penserà di quello che sto facendo adesso?

Oppure come questa azione influenza il mio Sè Futuro fra 10 giorni? 10 mesi? 10 anni?
Oppure che cosa direbbe o farebbe al posto mio il mio Sè Futuro?


3. Sviluppa una forte motivazione. Trova tutti i perchè per ciò che vuoi fare.

Quali cose positive potrai sperimentare ogni giorno quando diventerai il tuo Sè Ideale? (Cioè il Sè Futuro). Amplifica le sensazioni.
Che cosa succederà invece se non fai quello che dovresti fare per diventare il tuo Sè Ideale.
Amplifica le sensazioni.

4. Fai in modo da ridurre le tentazioni.

Organizza tempi e spazi in modo da non avere proprio (o ridurre sensibilmente) tutte quelle tentazioni che ti allontanano dalla persona che vuoi diventare.

A quale delle due parti della tua mente stai dando ragione?
Pianifica le tue azioni e fai in modo da evitare di passare davanti alle tentazioni.

5. Stabilisci i tuoi obiettivi. Fai una lista delle cose che vuoi ottenere.


Stabilisci i tuoi obiettivi prioritari, scrivi una lista di cose che vuoi e poi scegline tre veramente importanti che ti impegnerai a raggiungere.

6. Pianifica e agisci.

Fermati spesso per vedere a che punto sei. Pianifica, osserva se ti stai muovendo nella giusta direzione oppure no. Respira, datti tutto il tempo necessario.

Stabilisci tutti i passi necessari per diventare il tuo Sè Futuro e raggiungere tutti i tuoi obiettivi.

7. Rilassati, medita e riduci lo stress.

Lo stress ci porta verso le tentazioni e riduce l'impatto della mente razionale. Quando siamo sotto stress tendiamo a reagire piuttosto che ad agire.

Tutte le tecniche che riducono lo stress hanno un impatto positivo sulla forza di volontà.

8. Vivi una vita equilibrata, piena ed armonica.

Mangia sano, dormi un sufficiente numero di ore, fai attività fisica ed allenati ogni giorno a sviluppare la tua concentrazione e la capacità di focalizzarti.

Sii consapevole mentre mangi, bevi o respiri, con le tecniche del primo livello.
Una buona fisiologia di base alimenta la forza di volontà e l'energia disponibile.

9. Diventa produttivo

Fai in modo che siano piccoli i compiti che ti impegni a fare, semplici e brevi le azioni.
Se puoi farlo in meno di 3 minuti, fallo subito e non procrastinare.
Registra quanto ti senti meglio quando riesci a terminare ciò che hai iniziato, oppure fai caso a come ti senti quando rimangono un sacco di cose da completare.
Mantieni il tuo ambiente ordinato.

Bene, penso che questi nove punti possano esserti utili per sviluppare la forza di volontà utile al tuo cammino magico-ermetico, o se non altro, almeno utili per la tua vita.

sabato 17 settembre 2016

Il Segreto dell'Alchimia è lo Specchio dell'Anima

Chi conosce gli altri è saggio, 
chi conosce se stesso è illuminato
Lao Tzu

L'autoanalisi è uno dei più importanti preliminari della magia. Molti sistemi occulti saltano questa parte e questo è il motivo per cui non ottengono buoni risultati. Questo lavoro psichico preliminare è indispensabile per ottenere l'equilibrio magico, senza di cui ogni sviluppo reale è impensabile.

E questo per lungo tempo è stato un mio errore. Mi sono dedicato molto a tutti gli altri aspetti della pratica, ma ben poco sia all'autoanalisi, sia alla trasformazione del carattere. Eppure questa è la chiave di volta.

Oh cavolo, ho rivelato il segreto dei segreti. Ma tanto lo so che quasi nessuno ci crederà e ancor meno lo metteranno in pratica, quindi mi sento a posto con la coscienza. :)

Ma torniamo allo Specchio dell'Anima. Molti praticanti della Via Ermetica lo relegano ai primi passi, ai preliminari, eppure questo è il Fondamento di tutto lo sviluppo magico e va portato avanti livello dopo livello fino alla completa maestria.

Lo Specchio dell'Anima è normalmente diviso in 2 parti: nero con i difetti e bianco con le virtù (i punti di forza) ed è strettamente personale, perchè siamo tutti "pezzi unici" e non è possibile copiare lo "Specchio" di un altro per fare prima.

L'osservazione di sè è la chiave per analizzare la propria personalità, ma personalmente io utilizzo anche l'Astrologia. L'analisi del mio tema natale e la meditazione sullo stesso è di grande aiuto per me.

Le parti bianca e nera dello specchio richiamano direttamente al simbolo del Tao ed infatti abbiamo tratti caratteriali che possono essere opposti. Da una parte ciò di cui vogliamo liberarci e dall'altra ciò verso cui tendiamo.

Quando gli specchi sono trascesi si passa ad un'altra fase che io chiamo dello Specchio d'Oro, ma questa è un'altra storia, di cui forse parlerò tra un paio d'anni.

Ma torniamo all'Astrologia. L'analisi del tema natale mi è molto utile perchè mi aiuta già a suddividere i tratti caratteriali secondo gli elementi e secondo i tre livelli di importanza. Ma nota bene... il tema natale va meditato. Non è sufficiente prendere ciò che ci dice il libro o il software.

Una volta che gli specchi sono completati si procede alla trasmutazione delle caratteristiche negative in positive, cominciando già con le semplici tecniche del primo livello di Iniziazione all'Ermetica e poi con quelle più specifiche del secondo.

Lavorando costantemente su di sè, sull'equilibrio degli Elementi e raffinando la propria personalità, automaticamente si schiuderanno infinite possibilità.

Bardon diceva che più l'essere umano è bilanciato (in equilibrio, in armonia) e più si aprono i portali del mondo invisibile ed è anche per questo che nel libro Questions and Answers, affermava che amore e umiltà possono sostituire tutti gli esercizi ermetici. Sarà questo il motivo per cui i santi possono fare miracoli?

sabato 23 luglio 2016

Proiezione Astrale e Remote Viewing

Sia la Proiezione Astrale che la Chiaroveggenza funzionano con l'uso di basse frequenze delle onde cerebrali.

La proiezione astrale è quello stato in cui la coscienza lascia il corpo e viaggia in altre "dimensioni" secondo l'intenzione (mentale) o le pulsioni emotive (astrale).

Ma la proiezione astrale è normalmente e accidentalmente fatta ad un livello delta delle onde cerebrali dove non c'è alcun ponte di coscienza tra i 3 amichetti (conscio, inconscio e superconscio).

Così questi viaggi normalmente non vengono ricordati, se non in modo molto confuso e tramite frammenti che poi consideriamo sogni.

Un buon metodo è attraverso lo sviluppo della Chiaroveggenza (Remote Viewing).
 
Esistono diversi metodi sviluppati e testati in modo scientifico.
Le similarità importanti tra i metodi sono sempre la costituzione di ponti di coscienza sviluppati ed addestrati in modo che la mente cosciente possa diventare consapevole dei segnali inviati dalla mente inconscia.

Questi segnali sono immagini, sensazioni, suoni e intuizioni. 
Si apre una finestra nella tua mente e vedi attraverso quella finestra.
Questa è la visione a distanza o chiaroveggenza o remote viewing.

E poi puoi passare attraverso quella finestra e sperimentare sensorialmente quello che vedi.
Quando passi attraverso quella finestra sei cosciente nel piano astrale.

mercoledì 20 luglio 2016

Lo Stato della Mente per Manifestare la Tua Realtà

Hai mai fatto tutto il possibile per ottenere qualcosa o raggiungere un qualche particolare obiettivo, e nonostante tutto quello che hai fatto, non era mai abbastanza per ottenerlo? Ti sei mai chiesto il perché?

Prima di determinare quale particolare oggetto o sentimento o emozione desideri manifestare nella tua vita, controlla la mente. 

Dove sono i tuoi pensieri? Sono puri e focalizzati nella loro natura o c'è qualcosa nella profondità della tua mente che dice "No, questo non lo voglio" oppure "No, questo non me lo merito"?

Il segreto per manifestare i propri desideri è lo stato d'animo. Uno stato d'animo positivo e senza alcun dubbio. Ci dev'essere sempre prima di tutto un intento pienamente positivo. Senza alcun dubbio.

Prima di iniziare a manifestare grandi cose nella nostra vita, abbiamo bisogno di guardarci dentro e vedere da dove il desiderio proviene. Per caso è derivato da avidità o un desiderio personale? C'è un male nascosto o un dolore profondo che ti impedisce di ottenere quello che vuoi?

Come possiamo cambiare il nostro stato d'animo e preparare la mente ad accettare ciò che vogliamo? 
  • Con la pulizia di tutte le negatività nelle nostre questioni personali!
  • Aumentando la nostra connessione con il nostro Sé Superiore e permettendo il flusso di energia per comprenderci in ogni singolo pensiero e azione.
Per giorni e, a volte settimane prima di aprirmi ad una manifestazione, concentro il mio pensiero sulla pulizia e su tutto ciò che potrebbe impedire il flusso di energia. Esamino il mio intento. È puro? Posso onestamente credere senza alcun dubbio che posso raggiungere questo obiettivo?
Ed esamino attentamente il mio intento e la capacità di essere congruente.

Prima di determinare esattamente che cosa desideri, prendi in considerazione perchè lo desideri. E' puro il tuo intento?

Ci sono problemi o preoccupazioni dietro a questo desiderio? Se ci sono problemi, allora il lasciarli andare, è tutto ciò che è necessario fare per prepararci alla manifestazione.

Comincia proprio ora, a prendere atto di come ti senti e a quello che stai pensando quando immagina di ottenere ciò che desideri.

Sei grato e benedici il tuo Sè Superiore (o la tua Dea o il tuo Dio?).

Sii puro nella mente, nel pensiero e nelle tue azioni e riceverai grandi ricchezze. E ricordati che le più grandi ricchezze non sono monetarie, ma sono spirituali.

Perchè Meditare in Theta è Meglio che in Alfa?

Per entrare rapidamente a livello theta di meditazione è possibile usare dei files sonori chiamati Theta Sound.

Scendi in theta, usando anche l'autosuggestione, o i precedenti condizionamenti e ancoraggi di stato... e poi...
quando cominci ad usare questo stato, l'attività mentale causa un aumento di 1-2 hz nella vibrazione cerebrale.

Così tu inizi ad operare a livello theta, intorno a 7 cps (cicli per secondo o hertz).

Pratichi ad esempio tecniche di chiaroveggenza (Remote Viewing) e ti muovi automaticamente verso la direzione in cui vuoi andare che è determinata dalla tua intenzione.

E la tua attività mentale ti porta da 7 a 10 cps.

Così se tu parti a 10 cps (livello alfa) e sali a 14 cps (livello beta), allora non sei più a livello e non sei più nella possibilità di operare a livello psichico.

Quindi le persone che saltano dall'alfa al beta stanno allucinando le loro abilità, anzichè acquisire informazioni corrette tramite la giusta sintonizzazione delle loro onde cerebrali.

Ovviamente, dopo che hai acquisito le abilità, tutte le regole precedenti non sono più significative e puoi sintonizzarti rapidamente ed in ogni situazione.

Ma prima è necessario acquisire adeguate capacità di sintonizzazione.

sabato 25 giugno 2016

I Quattro Elementi e le Loro Qualità

Ci sono quattro elementi che costituiscono tutte le cose. Essi sono il fuoco, la terra, l'acqua e l'aria.

Nessuno di questi elementi si trova nello stato di purezza, ma sono più o meno amalgamati tra loro ed inoltre possono trasmutarsi uno nell'altro.

Ogni elemento ha due qualità specifiche, di cui la prima gli è caratteristica e l’altra è comune a un altro elemento. 

Il fuoco è caldo e secco, la terra è secca e fredda, l’acqua è fredda e umida e l’aria è umida e calda. Quando le due qualità sono tutte e due opposte, gli elementi sono contrari fra loro, come il fuoco e l’acqua, la terra e l’aria. 

Inoltre la terra e l’acqua sono elementi pesanti (o passivi) mentre l’aria e il fuoco sono leggeri (o attivi).
C
Secondo Platone il fuoco ha tre qualità: chiarezza, rarefazione e moto.La terra ha tre qualità: ottusità, densità e immobilità.
L'aria possiede rarefazione, moto ed ottusità.
L'acqua possiede moto, oscurità e spessore.

Chi conosce le proprietà degli elementi e le loro mescolanze, potrà agevolmente operare prodigi e eccellere nella Magia naturale.
(Rielaborato da Magia Naturale di Cornelio Agrippa)

venerdì 24 giugno 2016

Le Tre Scienze Fondamentali alla Base della Magia

L'Ermetismo illustrato da Agrippa nella sua Filosofia Occulta fa riferimento a Tre Mondi: l'Elementale, il Celeste e l'Intellettuale.

Questi mondi sono interdipendenti tra loro e intensamente correlati.

Franz Bardon nella sua Iniziazione all'Ermetica fa riferimento ai piani Fisico, Astrale e Mentale.

Il Mondo degli Elementi è studiato attraverso la Medicina e le Scienze Naturali. Magia Elementale.
Il Mondo Celeste è studiato attraverso la Matematica e l'Astrologia. Magia Celeste.
Il Mondo Intellettuale attraverso la Ritualità Sacra. Magia Cerimoniale.

Ma per dedicarsi allo studio della Magia con successo occorre essere ben ferrati nelle Scienze Fondamentali quali la Fisica, la Matematica e la Teologia.

La Fisica rivela le proprietà delle cose.
La Matematica ci permette di conoscere il ritmo degli Astri e le loro influenze.
La Teologia ci permette di conoscere le cose immateriali.

giovedì 21 aprile 2016

Dall'Etere agli Elementi

Secondo gli antichi filosofi indiani tutto l'universo è basato su due elementi di base.

Il primo di questi elementi è l'Etere che loro chiamano Akasha.

L'Etere è onnipresente ed onnipervadente ed ogni cosa proviene da qui. Dall'Etere hanno origine solidi, liquidi e gas e tutte le manifestazioni della materia. Ogni cosa che può essere percepita sensorialmente deriva dall'Etere.


Anche se è ovunque intorno a noi, non possiamo percepirlo con i nostri sensi, è costituito di una "materia" troppo sottile.

Prima della creazione c'era solo Etere... ed alla fine del ciclo tutto ritorna all'Etere.

Ma mentre l'Etere è immanifesto, il secondo elemento si occupa della manifestazione nell'universo. I filosofi indiani lo chiamarono Prana.

Tutto ciò che si manifesta come energia e movimento è Prana, così come i nostri pensieri, la bioelettricità del corpo e anche le nostre azioni fisiche.

La somma di tutte le azioni, mentali o fisiche, dell'Universo è chiamata Prana.

Quindi abbiamo due forze di base: l'immobile onnipervadente e immanifesto Etere e il mobile onnipervadente e manifesto Prana.

Prana è ciò che consideriamo come Quattro Elementi: Fuoco, Acqua, Aria e Terra in costante movimento.

Prana è vibrazione, onda, movimento... tutto ciò che costituisce l'universo è fatto di vibrazioni.

L'Etere (rappresentato simbolicamente con il colore viola) è energia potenziale e non manifesta. E' il grande Vuoto da cui tutto ha origine. E' il Cielo, l'Energia Universale, la Fonte Divina, il Principio di tutte le cose e di tutta la Creazione... l'Infinito ed Eterno, l'Assoluto. 

Origine ed Equilibrio di tutta l'esistenza è chiamato dalle religioni: Dio.

lunedì 18 aprile 2016

Il Tao e Le Tre Forze In Azione

La Legge del Tre di cui voglio parlare è tutta un'altra cosa rispetto alla Legge del Tre della Wicca... ma più legata alla tradizione ermetica.

Praticamente la Legge del Tre, illustra i fenomeni, ovvero in ogni cosa che accade ci sono sempre tre forze che interagiscono:
 
- la forza attiva (fuoco)
- la forza passiva (acqua)
- la forza moderatrice (aria-vapore).

La forza attiva e la forza passiva sono facilmente individuabili, ma la forza neutralizzante il più delle volte è nascosta ed impercettibile.

YIN E YANG IN ORIENTE

Il concetto di Yin e Yang ha origine dall'antica filosofia cinese.
 
I caratteri tradizionali per yin e yang possono essere separati e tradotti approssimativamente come il lato in ombra della collina (yin) e il lato soleggiato della collina (yang).
 
Siccome Yang fa riferimento al "lato soleggiato della collina", esso corrisponde al giorno ed alle funzioni più attive.
 
Al contrario, Yin, facendo riferimento al "lato in ombra della collina", corrisponde alla notte e alle funzioni meno attive.
 
Yang e Yin sono quindi rispettivamente la forza attiva e la forza passiva. 
 
Così Yin è la luna e Yang il sole, Yin è la notte e Yang il giorno, Yin è l'oscurità e Yang la luce, Yin è il freddo e Yang il caldo, Yin è il riposo e Yang l'attività, Yin è il femminile e Yang il maschile, Yin è il nord e Yang il sud, Yin è l'ovest e Yang l'est, Yin l'introversione e Yang l'estroversione, Yin è la Terra e Yang ll Cielo.

ACQUA E FUOCO IN OCCIDENTE

Nell'Ermetismo occidentale Yin e Yang sono chiamati invece Acqua e Fuoco.
 
La luce proviene dal fuoco e senza il fuoco non c'è luce.

Il fuoco è luminoso, brillante, penetrante ed espansivo.
 
L'oscurità è prodotta dall'acqua. 

Immaginiamo l'oscurità degli abissi. 

Le proprietà dell'acqua sono quindi opposte a quelle del fuoco.
 
Ma senza oscurità la luce non può essere riconosciuta... la luce non esiste senza il buio, così come non esiste il giorno senza la notte.

LA NATURA DELLE TRE FORZE

La forza attiva (puro Yang) è quella che ha il livello di energia e di vibrazione più elevato rispetto alle altre due forze.
 
La forza neutralizzante (equilibrio di Yang e Yin) ha un livello di energia e di vibrazione intermedio.
 
La forza passiva (puro Yin) è quella che ha il livello di energia e di vibrazioni più basso.

Ogni cosa può essere in una fase Yang (attiva) o Yin (passiva). 

Ad esempio l'acqua di un fiume può rappresentare la forza Yang nel processo di erosione o Yin in relazione alla gravità.
 
Nell'azione delle Tre Forze l'equilibrio non è percepito, al contrario dello Yang e dello Yin, chiaramente definiti, nonostante ne determini il risultato delle interazioni. 

Senza il Tao nulla accade, Yin e Yang si annullano e rimangono in uno stato di costante di spinta e resistenza.
 
Il Tao è la forza che dà movimento ed equilibrio (o squilibrio); è l'impulso che permette al pendolo di muoversi avanti e indietro.

Nulla può accadere se non esistono le Tre Forze: se prendiamo in considerazione l'azione di due sole forze, una attiva e una passiva, come ad esempio due persone una che spinge e una che resiste che hanno la stessa identica forza (o un tiro alla fune equilibrato) nulla accade, le due forze si annullano a vicenda.

mercoledì 30 marzo 2016

La Guida Spirituale Interiore

Nella cammino della Magia si è sempre alla ricerca di un maestro che ci guidi nel nostro cammino.

Ma il vero maestro che dobbiamo imparare a conoscere è quello che si trova dentro di noi.

Nella cultura magica occidentale questa figura è chiamata il Santo Angelo Custode (o Angelo Guardiano, traducendolo dall'inglese) o forse meglio ancora lo Spirito Guida... ma meglio ancora secondo me è il Sè Superiore... dato che siamo noi stessi... ad un altro livello di coscienza.

Nel libro Iniziazione all'Ermetica, Bardon parla della connessione e della comunicazione con l'Angelo Guardiano al Quinto Livello. Io ne consiglio la pratica fin dall'inizio insieme alle tecniche meditative di "ascolto".

Questa è una pratica fondamentale e non servono rituali complicati come quelli descritti nel Libro di Abramelin il Mago. Non servono nemmeno i rituali di Crowley o della Golden Dawn.

Ma con la progressione nella pratica magica quotidiana e con l'intenzione della connessione si instaura un legame che diventa sempre più forte.

La comunicazione avviene con l'espansione di coscienza e l'aumento di consapevolezza che avviene attraverso le pratiche di meditazione, concentrazione ed energetiche che "aprono i canali" della coscienza portandoci a nuovi livelli di percezione. 

Tutte le tecniche di base servono per sviluppare un substrato alla comunicazione: la meditazione passiva ed il ricordo dei sogni ad esempio.

La connessione con la propria guida non è una tecnica come le altre, ma è una tecnica fondamentale, l'unica che consente un vero progresso, l'unica che permette di attraversare l'Abisso e raggiungere la meta del cammino spirituale.

Il maestro interiore non richiede un'evocazione. Lui è sempre stato con noi, il mio è con me qui adesso, il tuo è con te. Tutto quello che dobbiamo fare è consentire la sua presenza ed azione nella nostra vita.
Senza consenso non fa nulla.

Ma quello che possiamo fare è dedicare quotidianamente un po' di tempo a sentirlo ed a sentire la sua presenza dentro di noi, attraverso la meditazione quotidiana... una meditazione basata sull'intenzione più che sulla concentrazione ed un atteggiamento di apertura.

Il risultato di questa pratica può portare gradualmente all'illuminazione, la Grande Opera della magia.

giovedì 24 marzo 2016

Grimorio - Il Segreto del Successo

Non mi stancherò mai di ripetere l'importanza di tenere un Diario di Pratica.

Prima di cominciare a praticare è necessario dotarsi di questo strumento indispensabile. Ma perchè?

Bisogna abituarsi a scrivere ogni atto di magia, ogni risultato ed esperienza, con lo scopo di avere: uno strumento di incoraggiamento alla pratica ed una registrazione scientifica di tutte le sperimentazioni. 

Registra con scrupolo tutti i risultati positivi degli esercizi, gli insuccessi, la durata ed eventuali interruzioni o incidenti (...). Il diario ti sarà utile per controllare i progressi conseguiti. Tanta più cura avrai nel tenere le tue annotazioni, tanto maggiore sarà il successo negli esercizi che verranno. Prepara un programma di lavoro per il giorno e la settimana seguenti ed esercita una severa autocritica. 
(Franz Bardon - Iniziazione all'Ermetica)

Molto spesso ho sottovalutato questa pratica, la trovavo inutile e mi dicevo che era una cosa poco significativa e che non mi importava di registrare tutto. La ritenevo molto meno importante delle altre... eppure qui sta uno dei segreti del successo nella magia.

Registrare la Qualità della Pratica Piuttosto che la Quantità!

Nel passato ho provato molto spesso a tenere un diario, ma mi concentravo troppo sui numeri, sulla quantità delle pratiche, sul fare-fare-fare a testa bassa, senza dare la necessaria importanza al fare bene, al fare al massimo, al fare meglio ogni ed ogni volta.

Motivazione! Vedere le pagine bianche del diario ci ricordano quanto siamo pigri... di quanto pensiamo di praticare senza poi fare nulla. Di quando si comincia con grande entusiasmo e poi si riduce la pratica ad una volta alla settimana... e poi una volta al mese...

Inoltre scrivere i metodi ed i risultati ottenuti permette di avere un feedback che dà la possibilità di migliorare sempre di più, attraverso una continua autovalutazione.

E' anche da tenere presente che magari oggi registriamo qualcosa che ci appare poco significativa, ma tra qualche giorno potrà mostrare un'incredibile sincronicità o coincidenza.

E' importantissimo registrare gli stati mentali ed emotivi provati con aggettivi adeguati, con piccole frasi che possano darci un'idea di quanto sperimentato anche in modo irrazionale.

PRATICA
Scrivi ogni atto magico che fai, incluso il metodo ed i risultati ottenuti.
Puoi utilizzare un diario, un quaderno, un quaderno ad anelli oppure la tecnologia moderna... un blog (anche non visibile) o applicazioni come Journey, Evernote...

Esempio
12/03/2016 - 14.20 Nome Pratica
Bla bla bla...

13/03/2016 - 10.00 Risultato del sigillo del 12/03
Bla bla bla...

La Preservazione dell'Energia Sessuale

Swami Sivananda era tenuto in grande considerazione da Franz Bardon e pare che tra i due ci siano stati anche scambi epistolari oltre che...