giovedì 27 novembre 2014

Il Potere Meraviglioso del Trataka

Tratak è il nome di un'antica tecnica che consiste essenzialmente nel rimanere per un periodo più o meno lungo con gli occhi fissi su un punto... 

Una sorta di meditazione ad occhi aperti.


Si può fissare qualunque cosa per il Tratak, anche se normalmente si utilizzano la fiamma di una candela o un cerchio (o un quadrato) nero attaccato al muro all'altezza degli occhi.
Tieni gli occhi fissi sul punto cercando di non battere le palpebre. 
Quando la tua mente inizia a vagare, torna al punto di fissazione, alla candela o al cerchio nero. 

Concentra la tua mente... ed anche se la tua mente vaga, i tuoi occhi devono rimanere fissi, diretti all'obiettivo.

Ma a che serve tutto ciò? 
Secondo il Gherand Samhita (un antico testo sullo Yoga), il Trataka serve a sviluppare la "seconda vista", chiamata anche del Terzo Occhio. Ma non solo.
Certo il Tratak può aiutare a percepire meglio le aure o a vedere cose che gli altri non vedono. Ma non è tutto.

Ad esempio il tratak può essere utilizzato per sviluppare la telepatia, inserendo ad esempio una foto della persona con cui si vuole entrare in contatto al posto del cerchio nero.

Oppure si può imparare a creare il cosiddetto sguardo magnetico, capace di mettere rapidamente sotto ipnosi una persona, oppure si possono "caricare" oggetti, oppure si possono sviluppare precognizione e chiaroveggenza.

Vedi anche questo interessante articolo su:
Gli 11 Incredibili Benefici del Trataka

giovedì 13 novembre 2014

Sviluppare le Facoltà Psichiche ESP (Percezione Extra Sensoriale)

Quando si comincia  l'addestramento nella Scuola di Bioenergia lo sviluppo della percezione extrasensoriale (ESP) diventa una possibilità concreta e reale.

Ma come fa un esercizio di sviluppo della bioenergia a potenziare le facoltà psichiche ed ESP?

L'unico fattore chiave che si deve comprendere è che l'allenamento fisico "interno" opera un'azione diretta sulle capacità mentali connesse al fenomeno ESP.


Quando si combinano insieme esercizi fisici e mentali si creano nuove connessioni neuronali nel sistema nervoso che aprono portali nell'attingere alle risorse interne della mente.  Portali che molti cercano in lungo e in largo nelle varie tradizioni, ma che sono già dentro di noi... vanno solo attivati.

Le scuole dei "misteri" hanno tenuto tutto nascosto e tramandato nei secoli ad un ristretto numero di iniziati.
Eppure queste capacità latenti cominciavano ad emergere quando eravamo piccolini, anche se sono state stroncate dalle convinzioni limitanti che ci sono state imposte.


Quello che dobbiamo fare è restituire sensibilità al corpo, dopo anni e anni di torpore e perdita delle sue capacità, è il momento di riattivare i motori

Senza conformarsi a ciò che è normale o ciò che non lo è. 
L'unica cosa normale è il concetto di normalità. 
E come dico sempre: "La norma è solo la media, non la verità"

Sicuramente ci va un po' di tempo per recuperare sensibilità, un po' di volontà e di determinazione, ma tutto è possibile a chi decide di volerlo veramente.

Il modo più semplice per ottenere risultati è di entrare in uno stato meditativo, rilassare il corpo e ricondizionarlo a percepire oltre i limiti che gli sono stati imposti. Sembra facile vero? E infatti lo è, se sai come fare.
 

E' facile seguire una strada quando si dispone di una mappa che guidi passo-passo lungo il percorso.
La cosa divertente è che, quando si sa cosa si deve fare, il tempo per la pratica si recupera molto facilmente, ad esempio quando si torna a casa in treno, oppure la sera dopo cena... Si può adattare il proprio ritmo in modo più blando o più aggressivo, secondo le proprie esigenze.

Occorre solo chiedersi se ci si vuole concedere o meno la possibilità di ottenere il massimo dalla propria mente, dalla propria bioenergia e dal proprio corpo per sviluppare il pieno potenziale inespresso che è dentro ognuno di noi.


Noi possiamo andare oltre il velo della percezione sviluppando capacità psichiche, che ci permettono di vedere, sentire e toccare cose che la maggior parte delle persone nemmeno immaginano.
 

Chiaroveggenza, chiaroudenza e chiarosenzienza amplificano enormemente le capacità sensoriali.

CHIAROVEGGENZA

Capacità di vedere la dimensione spirituale, di vedere oltre lo spazio ed oltre il tempo. 
Vi sono tipologie differenti di chiaroveggenza. 
Visione Interiore. Si tratta di visioni straordinariamente chiare, dettagliate e ricche di impressioni sensoriali.
Visione Esteriore. L'immagine appare come sovrapposta alla dimensione fisica...  questa forma di visione è un'estensione della precedente in cui la visione interiore viene trasmutata in visione esteriore (visione ad occhi aperti)
- Vedere una sagoma luminosa
- Percezione spontanea ed improvvisa di eventi lontani 
- Percezione rallentata di un evento
- Vedere lucine intorno a sè o luci intorno alle altre persone o oggetti senza rilevare alcuna fonte naturale o artificiale.

CHIAROUDENZA

Capacità di sentire la dimensione spirituale, le voci degli spiriti, suoni o voci dal passato o dal futuro.
A volte le chiaroudenza si può manifestare indipendentemente da altre percezioni extrasensoriali (ESP).
Molte persone che non riescono a vedere il mondo spirituale, riescono ugualmente a sentire voci, suoni o rumori che non provengono da alcuna fonte fisica.
Il chiaroudente percepisce il suono "fisicamente".

- Udire musica, suoni o dialoghi senza alcuna fonte fisica rilevabile nelle vicinanze

CHIAROSENZIENZA

Capacità di percepire al tatto la dimensione spirituale, sia direttamente, il tocco di uno spirito, sia indirettamente provando sensazioni/emozioni/intuizioni.
L'intuizione base può essere considerata una forma di chiarosenzienza. Ad esempio una sensazione nel cuore o in gola.

- Sentire una presenza vicino o il suo "tocco"
- Sentire che qualcuno ci sta guardando, poi girandosi incrociare lo sguardo di una persona
- Sentire o meno una compatibilità di base con qualcuno che si è appena incontrato
- Individuare la posizione di acqua o altri materiali tramite percezione extrasensoriale (anche con l'ausilio di amplificatori come pendolo o bacchetta)
- Individuare oggetti smarriti senza vederli 
- Aprire un libro alla pagina esatta che si sta cercando

Questa capacità possono essere "naturali" o sviluppate spontaneamente oppure tramite incidenti o traumi che le attivano.
Ma possono anche essere sviluppate attraverso un apposito addestramento.

Il primo compito è quello di portare le onde cerebrali sulle frequenze Theta, per cui è necessario acquisire ottime capacità di meditazione. Il Theta ci permette di acquisire un "ponte" tra la coscienza attiva (alfa e beta) e l'inconscio (delta).

Quando il cervello si sintonizza per lunghi periodi sulla frequenze theta, inizia ad emettere spontaneamente onde Gamma che coincidono con lo sviluppo di capacità extrasensoriali e proiettive.

martedì 4 novembre 2014

Perchè le Credenze New-Age sono Così Dannose

Non credere a nulla di quello che scrivo. Non credere a nulla di quello che è scritto nei testi sacri o nei libri di esoterismo. Non credere a nulla di ciò che dicono i maestri.

Ma nemmeno non rifiutare nulla, sperimenta e verifica da te stesso se è reale o meno.
Tutto quello che sei, tutto quello che sai viene da te e da te solo. Tu apprendi mediante una continua sperimentazione della vita. 

Prendi quel che ti serve, rifiuta tutto il resto. Sei il maestro della tua vita ed allo stesso tempo il primo studente. Tu crei continuamente la tua realtà, pertanto scegli quello che ti serve nella tua manifestazione.

Tutte le idee e gli esercizi proposti sul sito non sono che strumenti utili per modificare la propria realtà e nell'acquisire nuove esperienze per espandere la propria mappa del mondo.

Può diventare tutto una sfida emozionante, oppure puoi dire a priori che sono tutte cazzate. Entrambe sono verità possibili nel tuo mondo.
Ogni tecnica non è altro che una porta che apre nuove possibilità, nuove visioni, nuovi mondi interiori... si può aprire o si può chiudere, la decisione spetta solo a te.

Puoi trasformare vecchie convinzioni, rompere abitudini consolidate, eliminare comportamenti deleteri e iniziare a fare molte cose divertenti e "impossibili". 
Puoi rompere vecchi schemi o integrarne di nuovi. Puoi riprogrammare la tua intera realtà.

Puoi affrontare nuove avventure con gioia ed eccitazione e con i primi risultati non farai che accelerare la gioia e cavalcare quell'emozione che ti porterà più rapidamente verso nuovi risultati, sempre più grandi.
Puoi cominciare a cambiare ora la tua vita, se decidi di farlo, se decidi di darti una possibilità.

La scelta, in ogni momento, è il tuo diritto di nascita.
Il potere non è nelle tecniche, il potere è dentro di te.

Ti sei mai chiesto il motivo per cui solo pochissime persone riescono a sviluppare le loro capacità psichiche mentre la maggior parte lotta e fatica senza risultati per poche briciole di coscienza?

Il motivo non è quello che si potrebbe pensare. C'è qualcosa di più della tecnica o della capacità naturale. Sono le convinzioni di base!

Se le tue convinzioni di base supportano capacità e fenomeni psichici, allora questa sarà la tua realtà. Se non lo fanno, o solo in parte, questa non sarà la tua realtà. Molto semplice.

Le tecniche spesso sono molto semplici, ma devono essere supportate da solide convinzioni.
Spesso dentro di noi abbiamo convinzioni limitanti. Alcune le conosciamo, di altre siamo totalmente inconsapevoli.

Abbiamo convinzioni determinate dalle nostre esperienze e convinzioni che abbiamo acquisito da altri. Ma ci aiutano o ci ostacolano?
Così è il nostro sistema di credenze di base che determina la riuscita o meno dei tentativi di Proiezione Astrale, Chiaroveggenza e Manifestazione.

E' il nostro sistema centrale di convinzioni che ci mantiene ancorati ad una realtà normale. Così dobbiamo cominciare con lo smantellare le nostre credenze e ricominciare ad installarne di nuove e di più produttive.
E dobbiamo basare le nostre credenze solo su quello che sperimentiamo direttamente. E tutto ciò che non è supportato da esperienza personale va scartato.

Osserva le tue convinzioni, classificale in acquisite e in sperimentate direttamente.
Poi suddividi le acquisite in molto probabili (da verificare) e poco probabili.
Piano piano fai riferimento sempre più a ciò che puoi sperimentare direttamente. Non credere a nulla per "partito preso".

sabato 1 novembre 2014

Dove si incontrano Scienza e Magia

Che cos'è la bioenergia? Che cos'è il reiki? Che cos'è il qi? Che cos'è quell'etere misterioso di cui parlano le antiche scienze esoteriche occidentali ed orientali?

Anche se circondata da questo antico misticismo antico, la bioenergia appartiene a ciò che gli scienziati attualmente chiamano campo quantico.

Sia la mistica, sia la meccanica quantistica parlano di un campo di energia costituito da minuscole particelle che costituiscono il tutto e si muovono attraverso ogni cosa. Gli alchimisti lo chiamavano il Quinto Elemento.

BIOENERGIA E CORPO UMANO

Se ogni cosa è costituita ed attraversata da nanoparticelle, anche il nostro corpo non fa differenza.
Anche noi siamo fatti di queste particelle.

Secondo calcoli eseguiti da un centro associato alla NASA, in base alla quantità di grassi contenuti nel corpo, possiamo sprigionare una potenza media di 11 kW.

Muovere un dito nell'aria è un esempio rudimentale di energia elettrica in movimento o meglio bio-elettromagnetica.
Il cervello invia un segnale elettrico attraverso il sistema nervoso, questo raggiunge il dito, comunicandogli di muoversi secondo gli impulsi suggeriti.

Il termine "biofotoni" è stato coniato dal fisico tedesco Fritz Albert Popp, sulle tracce di un intuizione ardita del russo Gurwitsch circa 70 anni fa, ed indica l'emissione di energia da parte dei tessuti viventi: ogni cellula emette segnali specifici, caratteristici di quella individuale e del tessuto di cui fa parte, proprio come un uomo possiede una voce particolare, con un accento e una lingua particolare.

Le cellule comunicano fra di loro al pari degli esseri umani; il nostro corpo é costituito da miliardi di esseri viventi cellulari che comunicano fra di loro, per organizzare la casa comune dell'organismo umano; questi microscopici esseri viventi possiedono un linguaggio che consente loro di organizzarsi e di costituire gli organi e gli apparati, che rendono possibile la vita fisica e mentale.
Secondo Popp, l’energia elettromagnetica gioca un ruolo fondamentale nella sfera biologica dei Viventi. Anche Heinsenberg, (Premio Nobel per la Fisica), afferma che l’energia elettromagnetica, è l’energia elementare dalla quale dipende tutta la vita dell’organismo vivente poiché capace di modificare l’energia cinetica a livello atomico e molecolare.

Tutti i sistemi viventi, presentano una emissione di “Quanti Energetici” detti “Biofotoni” che si propagano con la velocità della luce. La loro esistenza (emissione) ormai comprovata e dimostrata (specie dalle unghie delle mani e dei piedi) ci consente di comprendere l’elevato passaggio d’informazioni dentro la cellula e tra cellule e cellule, infromazioni indispensabili per avviare i processi del metabolismo, quelli della crescita e della differenziazione cellulare.

Secondo Popp, i biofotoni, nascono dal Nucleo Cellulare che, con l’emissione d’un campo elettromagnetico, funzionando da stazione ricetrasmittente, guidano ogni processo cellulare sia che giunga dall’interno e sia che giunga dall’esterno.

BIOENERGIA E CERVELLO

Siccome tutto è fatto di nanoparticelle, lo stesso cervello è fatto della stessa sostanza. E il cervello può interagire con queste particelle con effetti tangibili.


Un classico esempio sono le percezioni extrasensoriali e la telecinesi.
Il dottor Hameroff ha studiato i microtubuli del cervello umano ponendoli come un ponte tra la fisica classica e la meccanica quantistica.

L’attività elettrica dei microtubuli, che compongono la parte interna dei dendriti e dei neuroni nel cervello, secondo Hameroff sarebbe il cuore della consapevolezza.
Nei suoi esperimenti, Hameroff  aveva scoperto, come Popp, che il tessuto vivente trasmette fotoni.

Il Controllo della Propria Mente

L'obiettivo dell'addestramento mentale del primo livello di Iniziazione all'Ermetica è il controllo della propria mente. L...