lunedì 30 dicembre 2013

4 Metodi di caricamento della bioenergia

Il caricamento è una pratica che consiste nell'accumulare energia in una particolare area del corpo o in un oggetto, oppure nello stimolare il sistema nervoso di un'area particolare affinchè emetta più energia.

Ad esempio si possono caricare le mani, oppure le dita, il plesso solare o le tempie, a seconda della funzione che si vuole sviluppare in quel momento.

Presento qui 4 metodi di caricamento dell'energia con cui fare pratica e divertirsi.

METODO N. 1 
Se vogliamo caricare le mani, è sufficiente che cominciamo a visualizzare i nervi che si illuminano e cominciano a produrre energia, oppure le cellule che producono più ATP o semplicemente che diventano molto più luminose. 
Si mantiene la visualizzazione per un po' di tempo pensando che i nervi stanno sviluppando sempre più energia.
Oppure è possibile sviluppare una crescente sensazione di formicolio, vibrazione e movimento di energia all'interno delle mani.
METODO N. 2 
Un altro metodo, da applicare successivamente consiste nell'immaginare che l'energia da tutto il corpo si accumula e si muove nelle mani, portandosi nei palmi o nelle dita.
Oppure nell'immaginare di accumulare energia attraverso la respirazione e condurla nelle mani.

METODO N. 3
Si possono anche sfregare tra loro le mani per facilitare la sensazione oppure batterle insieme e poi si tengono con i palmi rivolti uno verso l'altro e avvicinandoli e allontanandoli si percepisce la sensazione di attrazione/repulsione come quando si avvicinano due calamite.

A questo punto si può decidere di inviare energia dal palmo della mano destra, al palmo della mano sinistra o viceversa, oppure immaginare di avere una pallina di energia e lanciarsela da mano a mano. Non bisogna avere fretta, ma continuare a giocare con queste percezioni che man mano si sviluppano.

METODO N. 4
Punta un dito sul palmo della mano opposta immaginando che esca un fascio di luce laser.
Divertiti poi a disegnare figure sul palmo della mano come cerchi, triangoli, lettere e numeri.
Poi prova con due dita e poi con tutta la mano di coltello.

Molto interessante anche la pratica in coppia in cui una persona invia l'energia e l'altra riceve cercando di percepire prima sulla mano, sulle labbra... e poi in tutte le parti del corpo.
Si può anche giocare al fatto che una persona disegna sulla mano del ricevente e questi ad occhi chiusi cerca di intuire di quale figura si tratta.

Passa a:
4 Metodi di radicamento della bioenergia (grounding)

8 commenti:

  1. no ho capito la prima??? p.s e fantastica la bioenergia

    RispondiElimina
  2. Visualizza i nervi che si illuminano e cominciano a produrre energia

    RispondiElimina
  3. ma quindi devo... come dire fare il muscolo nel senso che lo sforzo

    RispondiElimina
  4. ma serve molta pratica vero?

    RispondiElimina
  5. Facile fare queste cose
    secondo voi e possibile saper fare la maggior parte di queste cose senza sforzarsi? Oppue senza concentrarsi molto?

    RispondiElimina
  6. G.G. La tecnica è sorprendente,facile da imparare.Possiamo veramente autoguarirci.

    RispondiElimina
  7. Il corpo fisico è composto da anima,e quindi anche da energia animica.Questa energia animica è pressochè illimitata.Immaginiamo che con il dovuto grado di autocontrollo e consapevolezza di se,si possa anche "spararla" fuori... Ora,le onde radio/elettromagnetiche con la concentrazione possono anche essere generate e accumulate in una determinata parte del corpo come le mani.Se ci riesce uno stupido telefono cellulare,figuratevi il cervello umano...Il problema è che nel momento in cui si genera il calore del plasma animico,se le mani non sono geneticamente abbastanza forti e resistenti,finiscono per disintegrarsi sotto i migliaia di gradi dell'energia stessa.Sarebbe come una sorta di autocombustione.Infatti i personaggi di Dragonball, più volte asseriscono di avere il corpo più massiccio e resistente dell'acciaio,a livello di materia.In Dragonball GT(o Z non ricordo),il tizio che tira un pugno a Gohan(mi pare che sia Gohan),dice "la mia mano è rotta...ho avuto l'impressione di tirare un pugno ad una colonna di cemento armato..." Citiamo Nikola Tesla, che creò lampadine in grado di accendersi solo con il tocco umano...E quando gli si chiedeva dove potesse essere il trucco, e come faceva ad accendersi senza una fonte di alimentazione esterna, ridendo diceva:"ma la fonte di energia è il corpo umano!Il cervello crea impulsi elettrici continui,e miliardi di singoli impulsi neurali nel cranio messi "in massa",formano un campo elettromagnetico in grado di alimentare qualunque cosa che si tocchi di elettrico..."In poche parole siamo batterie viventi come Pikachu.

    RispondiElimina

La Meditazione e l'Addestramento del Drago

Noi non siamo la nostra mente. Lo abbiamo già letto e sentito centinaia di volte e lo sperimentiamo anche in meditazione . Io amo utilizz...