giovedì 24 ottobre 2013

Forme pensiero

Il mondo astrale è un mondo formato essenzialmente da forme pensiero.
Tutto ciò che pensiamo con insistenza si forma in questo luogo etereo e vi risiede.
Quando più persone pensano alle stesse cose e vi forniscono attenzione e quindi energia non si parla più di forma pensiero ma di eggregora.
L'eggregora può diventare talmente forte da assomigliare ad un vortice gigantesco di energia che pulsa all'infinito (e questo mi fa pensare subito agli Antichi Dei del Necronomicon di Lovecraft).

Così la maggior parte delle divinità è costituita da un'eggregora. Pensieri, racconti, storie, canti, ripetizioni e ripetizioni, rinforzo di tali pensieri, vanno a costituire un'eggregora che prende vita, che prende corpo, come un Tulpa gigante (una forma pensiero creata inizialmente come assistente).

E così sorgono profeti ispirati da questa forma pensiero, si scrivono testi sacri e più si crede a tale divinità e più questa diventa potente, e su questa divinità affluiscono pensieri, preghiere ed emozioni... emozioni = energia.
Più sono grezze le emozioni e più sono gustose, più sono cariche energeticamente... paure, fobie, rabbia... e la forma pensiero cresce e cresce nell'astrale e acquista potere nell'inconscio collettivo.

"Parlatene bene, parlatene male, purchè se ne parli". E così l'eggregora cresce.
Finchè un giorno non ha più bisogno di un sostegno esterno perchè ormai è solidamente costruita e diventa autonoma.

USO DELLE FORME-PENSIERO

In magia (ma anche nel Silva Mind) si creano forme pensiero a cui si dà forma (ad esempio una sfera di energia) e poi si danno missioni da compiere, cose da fare. Bisogna fare attenzione con queste forme pensiero, perchè possono arrivare a parassitare il mago, se mal strutturate e ben nutrite, quindi non ben sotto controllo. Occorre smembrarle e dissolverle se non più utilizzate.
Una forma pensiero è come un robot spirituale, un'intelligenza artificiale.

In realtà esistono due tipologie di servitori:
  • forme pensiero (o elementali), create con immaginazione e intenzione (agiscono sul piano mentale)
  • essenze strutturate (o elementari), create in modo strutturato (agiscono su tutti i piani)
Le caratteristiche di un servitore sono:
1. Specificità di azione (es. salute, per un servitore guaritore)
2. Nome specifico e non comune (potremmo dire un codice di attivazione). Può essere attivato tramite il suo nome, una frase o un gesto rituale (àncora)
3. Armonia con l'elemento corrispondente
4. Forma
5. Durata (il servitore vive grazie all'energia dell'operatore e quindi potrebbe consumarne l'energia). Il metodo di dissoluzione può essere differente, ad esempio bruciarne il "codice di attivazione", ripetendo lentamente il nome al contrario e immaginando che si dissolva.
6. Luogo di conservazione (es. pietra, sfera, statua, disegno...)

CREARE UN ELEMENTALE
1. Scegli il contenitore (oggetto, immagine - reale o di fantasia - sfera energetica)
2. Caricalo con bioenergia (elemento specifico all'azione)
3. Caricalo con desiderio di azione
4. Programma nome e durata
5. Invialo all'azione, recidendo il legame con lui e dimenticalo
6. Al termine della missione, ritorna all'oggetto
7. Può essere ricaricato più volte per aumentarne la potenza 
8. Con il pendolo si può valutare se sta lavorando, se ha compiuto la missione o se necessita di maggiore energia.

Forme pensiero per la guarigione

martedì 1 ottobre 2013

Trasferimento del Pensiero


Lo stato di sonno ipnotico è quello stato in cui viviamo ogni giorno. Ogni giorno ci mettiamo in auto-ipnosi quando "pensiamo ad altro", immaginiamo il futuro, ci preoccupiamo del passato. 

Ogni giorno ci mettiamo nello stato ipnotico quando leggiamo un libro, guardiamo un film, ascoltiamo una canzone.
Questo stato di sonno ipnotico è la Matrix da cui dobbiamo uscire attraverso il lavoro su noi stessi, attraverso la presenza ed il ricordo di sè.
Ma è possibile anche ipnotizzare le altre persone... che in realtà, come abbiamo visto in precedenza, sono già in uno stato di ipnosi più o meno leggera quasi sempre durante la loro vita.
Anche in psicologia si fa uso dell'ipnosi per risolvere problemi di vario tipo, sia fisico, sia emotivo, sia mentale. In passato molti medici praticavano l'ipnosi per curare i propri pazienti. Oggi si fanno spettacoli di ipnosi da palcoscenico o mentalismo in cui le persone fanno cose più o meno improbabili.


Esistono tre metodi di ipnosi, tre metodi per influenzare le persone, tramite:
-autoipnosi e ipnosi

-trasferimento di energia
-trasferimento del pensiero



AUTOIPNOSI E IPNOSI

In realtà tutta l'ipnosi è autoipnosi. Non esiste potere nell'ipnotista, tutto quello che avviene è creato dalla mente dell'ipnotizzato in modo più o meno consapevole.
Obiettivo di questo metodo è interrompere il collegamento tra centro emozionale e centro intellettuale, ovvero interrompere la mente critica, portando il soggetto verso lo stato alfa o theta, provocando uno stato di sonno più o meno vigile (vedi l'articolo sulle vibrazioni).

Bloccato il centro della logica
e della razionalità, allora l'ipnotizzato potrà fare ogni cosa gli viene suggerita. E questo è il campo delle induzioni, delle suggestioni e delle ancore (cosa che richiama un determinato stato o comando, ad esempio un tocco, una parola, un'immagine).

I metodi di meditazione e rilassamento (tutti), come anche il training autogeno e il Silva Mind Control ed i metodi di visualizzazione fanno parte del primo metodo, così come lo stage hypnosis ed i met
odi di guarigione dei predicatori americani.

TRASFERIMENTO DI ENERGIA


Il secondo metodo di "ipnosi" il trasferimento di energia. Nella vecchia Europa era meglio conosciuto come Mesmerismo, dal nome di Franz Mesmer che lo diffuse. L'ipnotista agisce direttamente sul campo eterico dell'ipnotizzato (aura) riversandovi una parte di energia personale. Nel campo aurico si trovano le forme pensiero e vari colori che indicano tra l'altro anche lo stato emotivo o di salute di una persona. Una forma pensiero molto potente può deformare l'aura, così come appare deformata l'aura di un uomo abituato al consumo di alcol e droghe.
Il soggetto viene saturato con l'energia dell'ipnotista che provoca una abbassamento delle onde cerebrali ad alfa e theta, provocando uno stato di sonno più o meno vigile.
Quando due persone condividono il loro campo aurico avviene naturalmente uno scambio di energia (dal più alto al più basso), un riversamento; questo è perchè certe persone appaiono "tossiche" e quando le incontriamo poi ci sentiamo svuotati e deboli. Questo fenomeno è conosciuto come "vampirismo". Se invece è fatto in modo consapevole si chiama "risonanza", ovvero il corpo energetico del ricevente comincia a risuonare come il corpo del trasmittente. Il livello energetico del trasmittente (innalzato prima tramite respirazione, meditazione ecc.) inizia a scendere, mentre il livello energetico del ricevente inizia a salire fino alla guarigione.
I metodi di trasferimento dell'energia come il Reiki, la pranoterapia classica, le tecniche di guarigione della Huna, il Quantum Touch, il Pranic Healing, la Medicina Energetica di Donna Eden o qualunque altro metodo di imposizione delle mani, appartengono al secondo metodo.


TELEPATIA (TRASFERIMENTO DEL PENSIERO)
Il terzo metodo è chiamato anche di trasferimento del pensiero o telepatia. Avviene a distanza, senza il contatto tra ipnotista ed ipnotizzato, tramite il movimento delle forme pensiero che avviene in una diversa dimensione (mentale).
Appartengono a questo tipo il Remote Influencing, Remote Viewing e Remote Healing praticati nel Silva Mind Control, le tecniche del secondo livello di Reiki, le tecniche psichiche (come quelle di Ingo Swan e altri - Ricerche del Pentagono durante la Guerra Fredda).

La Preservazione dell'Energia Sessuale

Swami Sivananda era tenuto in grande considerazione da Franz Bardon e pare che tra i due ci siano stati anche scambi epistolari oltre che...