La Vita di Franz Bardon

Frantisek Bardon nacque ad Opava (attuale Repubblica Ceca, nella regione dei Sudeti) il 1 dicembre 1909 da Viktor Bardon e la moglie Hedwika (Hédrodkova).

Ci furono complicazioni al momento del parto: sua madre racconterà poi alla futura nuora che Frantisek era nato morto e che solo dopo numerosi tentativi di rianimazione la levatrice sarebbe riuscita a restituirlo alla vita.

Suo padre Viktor era studioso di teosofia, allievo di Karl Weinfurter che insieme a Gustav Meyrink (di cui possiamo leggere anche in Introduzione alla Magia del Gruppo di Ur) fondò la Loggia della Stella Blu a Praga (1891).

Bardon ebbe fin da giovanissimo profonda influenza dalla Teosofia e lo possiamo vedere nella terminologia adottata nei suoi libri.

Victor Bardon lavorava nell'industria tessile "Juta" come operaio. Durante il suo tempo libero studiava Ermetismo. Morì cadendo da un albero di tiglio, nel 1943.

Siccome Frantisek era il figlio più grande, aveva in carico i suoi 12 fratelli. Di questi, 8 morirono in giovane età e solo 4 sorelle arrivarono all'età adulta: Stéphanie, Anna, Marie e Béatrice.

Dopo la scuola elementare, Frantisek viene assunto come apprendista fabbro-meccanico nella fabbrica Minerva.
Durante il periodo di lavoro alla Minerva avviene in lui una profonda trasmutazione del Sè che si esprime sia nel carattere sia nella sua scrittura e che stupisce tutte le persone che gli sono accanto.

Molto presto Frantisek sviluppa doti di veggenza e diventa molto conosciuto. Inizia a fare conferenze pubbliche sulle Forze Superiori con il nome di FraBaTo (Franz o Frantisek, Bardon, Troppau - nome di Opava in tedesco - Opava).
Si fa conoscere in Germania come prestidigitatore ed illusionista in vari spettacoli popolari.
Questa attività gli permise di viaggiare attraverso l'Austria, la Germania e la Cecoslovacchia e di conoscere i più importanti personaggi in ambito esoterico, tra cui Friedrich W. Quintscher (che seguiva insegnamenti di Pascal Beverly Randolph e dell'O.T.O. - Ordo Templis Orientis, apparteneva inoltre all'Ordine dei Costruttori Mentali, di cui era il membro più influente e alla Società Adonista di Franz Sattler "Musallam") e lo stesso Franz Sattler.

Molto del materiale del II libro di Bardon sulle evocazioni magiche proviene proprio dai lavori di Quintscher e Sattler, con cui Frantisek collaborò,  probabilmente aderendo ai loro gruppi.
Da notare che le pratiche magiche  che si svolgevano in questi gruppi erano medianico-evocatorie e sessuali.

Pare che negli anni '30 Bardon scrisse a Crowley per chiedere il permesso di tradurre in lingua ceca Magick in Theory and Practice.
La corrispondenza inedita di Bardon è attualmente in possesso di uno studioso austriaco.

Il 4 gennaio 1937 nasce il figlio Lumir.
Frantisek non voleva avere figli, ma acconsentì al desiderio della moglie, purchè fosse lei ad occuparsi interamente del figlio.

Durante la Seconda guerra mondiale, Bardon venne detenuto in un campo di concentramento; fu salvato dall'avanzata dei soldati russi che occuparono il campo.
Tornato a casa si occupò di grafologia e di medina alternativa. Continuò a intrattenere rapporti con l'austriaca Maria Pravica, teosofa e discepola di Weinfurter e a recarsi a Praga dove si riuniva con il gruppo della Loggia della Stella Blu, presso il quale era conosciuto come Maestro Arion.

Nel 1958 venne arrestato ed imprigionato nel carcere di Brno. Gli vennero sequestrati vari oggetti e oltre 960 libri che non vennero restituiti alla famiglia.
Il 10 luglio morì di pancreatite.

Bardon è conosciuto per i suoi tre volumi sulla magia ermetica:
Nel libro di Otti Votavova, Frabato è dipinto come un essere elevatissimo la cui conoscenza è quasi totalmente innata... ma se ci atteniamo alla prefazione del suo primo libro, Bardon ci dice che il suo lavoro:
"... è il risultato di trent'anni di ricerche e di pratiche, oltre che di confronti con molti altri sistemi di diverse scuole, logge, confraternite e sapienze d'Oriente accessibili solo a poche e scelte persone. La sua esposizione, si noti bene, deriva dalle mie esperienze personali"

In aggiunto vi è un quarto lavoro a lui attribuito dal titolo Frabato il Mago, un'ipotetica autobiografica dell'iniziato, scritto dalla sua segretaria Otti Votavova ed il Domande e Risposte fra Bardon ed i suoi Allievi. Alcune fonti affermano che il testo non fu autorizzato da Bardon, che anzi ne rimase molto contrariato e ne vietò la pubblicazione.

Otti Votavova, che fu allieva del teosofo Weinfurter e poi segretaria di Bardon, ebbe il compito di trascrivere i libri che quest’ultimo dettava al magnetofono, dato per propria scelta non voleva scrivere nulla di suo pugno.
 
Nel 1958 la polizia comunista requisì tutte le opere di Bardon, tra cui anche Il Libro d’oro della Conoscenza, di cui sono pervenuti solo tre capitoli su dieci, gli unici che si sono salvati: i frammenti sono contenuti nel libro Domande e Risposte.

Questi sono i tre libri di Franz Bardon che insieme sono il migliore investimento che potete fare se avete la cura di praticare tutto con attenzione e perseveranza. Buon training.