Il Cerchio Magico

Nella Magia Cerimoniale quando si evoca un'entità bisogna stare all'interno del cerchio magico. Ma perchè?

SIMBOLISMO E FUNZIONI
DEL CERCHIO
Il cerchio rappresenta l'Infinito, la Divinità, l'Universo, il Tutto... infatti è una figura che non ha ha nè inizio nè fine (Io Sono l'Alfa e l'Omega).
 

Disegnare il Cerchio indica la Connessione con il Divino. Questo si verifica quando il mago è in piedi al centro del Cerchio, proprio come Dio è rappresentato al centro dell'Universo. Il mago all'interno del cerchio è quindi la rappresentazione di Dio al centro dell'Universo. La volontà del mago espressa all'interno del cerchio è la volontà divina a cui le entità devono obbedire, per questo è importante il giusto atteggiamento e la vera Connessione con il Sè Superiore. 

Il cerchio in Astrologia rappresenta il Sole e il Sole è la Coscienza, l'Io Cosciente di Sè.
Il Simbolo del Sole, ovvero il cerchio rappresenta la completezza. Il punto all'interno indica il centro di quella potenza che manifesta e irradia tutto lo Zodiaco. Al centro del Cerchio si diviene Sole, si diviene Uomo Cosmico, l'uomo che irradia e da cui proviene tutto l'insieme delle forze archetipali.
Il punto al centro è la fonte di emanazione e il cerchio intorno rappresenta tutto il creato. Così il mago al centro del cerchio è la rappresentazione solare a cui obbediscono le intelligenze delle sfere planetarie. Ed è come se affermasse: "Io sono il Sole"


Il cerchio aiuta a svolgere quindi le funzioni di:
- connessione con il Sè Superiore
- protezione da influenze negative
- evocazione di entità
.


TRACCIATURA DEL CERCHIO
Il cerchio viene tracciato secondo la competenza e l'atteggiamento individuale del mago, spesso seguendo l'inclinazione religiosa dello stesso.

Un mago occidentale può disegnare un cerchio semplice o più cerchi concentrici ad indicare i piani celesti o le gerarchie di spiriti. Inoltre può scrivere nomi o simboli (ad esempio i 72 nomi della Kabbalah) o utilizzare colori specifici secondo le corrispondenze magiche.


Al centro del cerchio può essere disegnato anche un serpente o un drago o un ouroboros, che sta a significare saggezza, forza e potere dell'immaginazione.
Il cerchio può essere disegnato quindi con vernice o colore, con un gesso o con un pennarello su un grosso foglio di carta, oppure con una spada se si traccia all'esterno... anche se l'ideale sarebbe un cerchio ricamato o cucito su un tappeto, tale che possa essere riposto o trasportato comodamente dentro e fuori casa.

Quando si disegna il cerchio bisogna essere nel giusto stato di concentrazione mentale e meditazione. Se già dipinto o cucito è bene seguire il contorno con le dita o con la bacchetta o una spada.
Pertanto è bene meditare e centrarsi, connettersi al proprio Sè Superiore, già prima di tracciare il cerchio.
Il mago deve pensare che non è lui ma il Sè Superiore che sta tracciando il cerchio.

Il cerchio può essere tracciato anche nell'aria per mezzo della spada, della bacchetta, di un dito o con la mano... l'importante è che tutto venga eseguito con il giusto atteggiamento mentale.

Il cerchio può essere disegnato addirittura mentalmente per mezzo dell'immaginazione.

Ricordiamoci sempre che gli strumenti del mago sono un ausilio per la sua mente.
E' bene non lasciare il cerchio durante l'operazione magica in quanto verrebbe a mancare il contatto con il Sè Superiore.

Nessun commento:

Posta un commento