Il Libro Perduto di Enki

Il Libro Perduto di Enki è un racconto epico di dei e uomini che si svolge parallelamente alla Bibbia e che mette in discussione molte delle nostre certezze sul passato e sul futuro.

Zecharia Sitchin
scrisse differenti testi traducendo tavolette relative all'epoca dei sumeri e scoprì che la mitologia sumera faceva riferimento alla creazione dell'uomo da parte di Enki (abbiamo visto che En = Signore e Ki = Terra).
Enki viene chiamato anche Ea (E = casa A = acqua).
Ea viene rappresentato nell'atto di rovesciare l'acqua e pertanto possiamo paragonarlo alla figura dell'Acquario. L'acqua da sempre è simbolo di energia vitale.
Secondo Sitchin Enki venne dal Cielo (Anu) con i suoi uomini (Anunnaki = Venuti dal Cielo sulla Terra) inizialmente per estrarre l'oro da portare sul pianeta di origine chiamato Nibiru (Pianeta dell'Attraversamento).
Per questo venne creato l'uomo. Per essere un buon operaio, addetto alla fatica nelle miniere terrestri. Attraverso una manipolazione genetica venne innestato DNA dei Nibiruani in quello degli ominidi terrestri.
Ci furono poi vari scontri tra i Nibiruani circa il destino dell'uomo e pare che Enki ne abbia preso le difese, mentre l'altra fazione era interessata solo allo sfruttamento ed al dominio del genere umano.

La Bibbia ebraica ha preso vari spunti dai testi più antichi, tra cui quelli sumeri ed egizi.

1. Dio crea l'uomo a sua immagine e somiglianza.
I Nibiruani migliorano la genetica degli ominidi terrestri tramite l'innesto di loro DNA permettendo un balzo evolutivo notevole. Si tratterebbe quindi di una vera e propria creazione, più che di evoluzione naturale.

2. Dio manda il diluvio per distruggere l'uomo.
I Nibiruani meditano l'annientamento degli uomini quando questi non sono più utili, oppure sono diventati pericolosi. La Bibbia narra il racconto di Noè salvato dalle acque. I sumeri raccontano di Enki che salvò il genere umano.

Ma se la storia dei Nibiruani fosse vera. Potrebbero ancora essere tra di noi? L'uomo è realmente responsabile di ciò che accade sul pianeta, o è piuttosto manipolato e guidato verso scelte lontane dalla sua vera natura?

3. L'Avversario e la Divinità
Perchè Dio onnipotente, onnipresente e onniscente ha permesso a Satana (= Avversario) di dire all'uomo che mangiando della male sarebbe diventato anch'esso Dio?
Come ha fatto il Serpente ad entrare nel Giardino dell'Eden? Chi ce l'ha messo?
Perchè l'avversario ha risvegliato l'uomo alla conoscenza?
Perchè Dio voleva mantenerlo ignorante? (non dandogli da mangiare dell'albero della conoscenza)
Perchè Dio ha messo dei cherubini a difesa dell'albero della vita, poichè l'uomo essendo divenuto come lui non diventi anche immortale?

Genesi 3,22 Il Signore Dio disse allora: «Ecco l'uomo è diventato come uno di noi, per la conoscenza del bene e del male. Ora, egli non stenda più la mano e non prenda anche dell'albero della vita, ne mangi e viva sempre!».

Perchè Dio vuole impedire all'uomo di vivere per sempre adesso che possiede la conoscenza? Perchè Dio ha paura? Di cosa?
Chi o cosa è il "Dio della Genesi"?

4. Il Dio Padre Buono è lo stesso che nell'Antico Testamento faceva massacrare tutti i popoli nemici degli Ebrei?
Lo stesso che richiedeva sacrifici umani e permetteva la schiavitù? Lo stesso che fece uccidere tutti i figli primogeniti d'Egitto che non avevano alcuna colpa?
Cosa vuol dire quando dice "Io sono un Dio geloso"... geloso di chi? Altri Dei?
Il fanatismo delle religioni... le guerre sante, lo sterminio di interi popoli, l'inquisizione... fanno parte dei frutti da cui si riconosce un "buon albero"?

5. Esiste una differenza tra il Dio Yahvè e la Fonte Universale di Vita?
Sembra proprio di sì. La Fonte di Vita è per la diversità, la diversificazione, così come la vediamo in natura... non per un solo popolo eletto.
E chi sono tutte le divinità di un tempo? Gli antichi Dei? Era tutta superstizione?
Le persone dotate di poteri psichici erano forse come dei? Per questo i sovrani erano taumaturghi? Avevano una conoscenza particolare?
O forse questi dei erano solo forme pensiero caricate dell'energia di un popolo?
Erano forse tutte eggregore?

E in tutto questo gli alieni centrano qualcosa? Esistono?
Davvero gli extraterrestri ci hanno creati come dice Sitchin?
Sono immortali questi extraterrestri e possiamo diventarlo pure noi, come dice il racconto della Genesi? Esiste una Guerra nei Cieli? Angeli e Demoni o differenti fazioni?

Miti e leggende hanno un fondo di verità? Chi erano i Giganti? Golia era uno di questi Giganti?
Gli angeli caduti... sono quelli che si sono stabiliti sulla Terra?
Per approfondimenti consiglio la lettura del Libro Perduto di Enki di Zecharia Sitchin
Il Libro Perduto del Dio EnkiDa non perdere

10 commenti:

  1. Io credo che ogni religione abbia i suoi credo che devono essere interpretati e non presi alla lettera. Pur credendo all'esistenza di un'entità superiore e puramente spirituale che ha dato il via all'esistenza della materia, sono contraria alle religioni, qualsiasi religioni esse siano. Perchè generano credenze di massa e si finisce per seguirle senza riflettere.
    Ma a parte questo, io personalmente interpreto il capitolo del Giardino dell'Eden come una metafora della crescita dell'uomo. All'inizio c'è l'ingenuità e la purezza tipica dei bambini, poi con la comprensione del bene e del male subentra anche la concezione di sè e l'eventuale vergogna tipica dell'adolescenza. Poi si diventa adulti ed equilibrati - o almeno così dovrebbe essere...- Riguardo l'immortalità, chissà. Magari non siamo ancora abbastanza evoluti da riuscirci :) Ma sinceramente ne sono contenta... già così facciamo un sacco di casini, immaginiamoci il caos che verrebbe fuori se nessuno morisse più! Senza contare che perderemmo il valore della vita, dato che è tipico dell'essere umano dare per scontato ciò che sa di non poter perdere. Finiremmo per avere vite eterne votate ad una ricerca continua di stimoli passeggeri, senza un deterrente per impegnarci seriamente e fare delle nostre vite qualcosa di grnadioso. No...secondo me dare agli umani l'immortalità così come sono ora, sarebbe fargli lo spregio più grosso che si possa immaginare.

    Infine secondo me esistono gli extraterrestri da qualche parte. Mi sembra strano che nell'immensità di questo e altri universi, noi siamo l'unica forma d'intelligenza legata ad un corpo materiale.
    ^_^ Tutto questo è tanto per ragionare. Poi ognuno è libero di credere in quello che percepisce come giusto.

    RispondiElimina
  2. Vorrei sapere quando le qualcuno si decidera' a pubblicare tutto il materiale delle tavolette cuneiformi sui sumeri e pubblicare una edizione decente anche se di 10.000 pagine . Sappiamo di pochi testi frammentati. Nemmeno la gola di fare soldi fa si che in modo scientifico pubblichino i testi sumeri . Forse qualcuno di soldi ne perderebbe a miliardi di miliardi ? Comunque grazie a pettinato , saporetti, rinaldi , sitchin , mella, parrot etc.. etc ... abbiamo avuto accesso all' Informazione con la I Maiuscola.
    Di tavolette ce ne sono a centinaia di migliaia e sotto il suolo del medio oriente a milioni.
    Orsu' diamoci da fare prima che il tutto scompaia per millenni ....

    ASARU

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può scrivere i nomi completi di coloro che ha citato? Oltre a Pettinato e Sitchin non rintraccio nessun altro.

      Elimina
    2. Claudio Saporetti, Giovanni Rinaldi, Federico Arborio Mella, André Parrot

      Elimina
  3. Dico solo che la chiesa cattolica e la cristianita' così come la conosciamo e ci viene imposta oramai, purtroppo, da millenni, è una delle peggiori fonti di male, ignoranza e speculazione economica della società umana. Spero che un giorno possa vincere la conoscenza e queste istituzioni di bugia e terrore fatte su misura per i deboli e coloro che non hanno accesso alla cultura possano essere bandite, solo bandie, non perseguitate come hanno fatto loro contro tutti quelli che non volevano accettare ipocrisia e menzogna. Ester

    RispondiElimina
  4. Certo è facile dare la colpa alla chiesa cattolica e alla cristianità, nonostante ci siano moltissimi aspetti negativi nella sua storia. In realtà è quasi esclusivamente colpa delle persone che interpretano la religione in modo non corretto; invece di farlo nella maniera corretta come dovrebbe essere almeno teoricamente. Un esempio concreto e attuale riguardo questa affermazione, possiamo vederlo nei paesi islamici dove i mussulmani interpretano la religione in modo differente, a secondo di molti fattori come estremismo o altro.

    RispondiElimina
  5. Qualcuno attribuisce ancora colpe alla Chiesa, dimenticandosi che Essa è stata gestita da uomini, non tutti degni del papato. Ma sarebbe ora di smetterla e dare uno sguardo benevolo a tutti quei fedeli e rappresentanti che invece operando nella Chiesa fanno della carità e della condivisione l'unica ragione della loro esistenza. Ci sono milioni di persone che nel silenzio operano per il bene dell'umanità. Fare di tutta l'erba un fascio è riduttivo. Come pure pensare a religioni giuste o sbagliate, le religioni dividono l'umanità. La cieca osservazione dei consigli di Cristo, porta attraverso la negazione di se stessi alla sapienza. Non c'è mente umana che abbia gli stessi pensieri di Dio.
    Dino.

    RispondiElimina
  6. Le religioni non dovrebbero dividere.
    Re-ligare, dovrebbero ri-legare insieme l'uomo (immagine stessa di Dio) a Dio. E quando si è connessi con il Padre non si può essere divisi dai fratelli.
    Nessuno dice che non vi siano persone benevole che si prodigano al 100% per il prossimo... sia tra i cattolici, sia tra gli ortodossi, sia tra i musulmani, i buddhisti o gli atei. Ma questo ha a che fare con la coscienza dell'uomo, più che con la sua religione.

    RispondiElimina
  7. Il vero dio, e non un falso enki, è in questo articolo e nel relativo libro dipinto come un nemico, perché? Perché la massoneria tesse la sua tela, Sitchin, come Biglino, infatti sono massoni. Questi autori estrapolano frasi e ricamano a piacimento qualunque cosa vada contro il loro odiato cristo. Arriverà il giorno in cui dovrete renderne conto e quel giorno, noi ignoranti e poveri profani, vi faremo ciao ciao con la manina.

    RispondiElimina