Le malattie arrivano se non seguiamo la nostra anima

La sofferenza arriva quando non seguiamo il percorso deciso dalla nostra anima. La sofferenza è un indicatore... ci indica la via, ci dice se stiamo facendo le cose in modo corretto o sbagliato.

Questa è una bellissima storia.
C'era un uomo che adorava suonare il flauto.
Si sposò con una giovane e bellissima donna e la prima notte di nozze lui volle suonare per lei.
Sua moglie gli disse che non poteva sopportare il suono del flauto e aggiunse "O me o il flauto!"
Il flauto venne riposto e l'uomo non lo suonò più.
Anni dopo all'uomo venne diagnosticato un cancro.
Il suo medico acutamente gli suggerì di fare quello che più gli piaceva... di suonare ancora il suo flauto... ed egli si mise a suonare di nuovo.
Due mesi dopo il tumore era sparito.
L'uomo tirò fuori dalla tasca il suo flauto e con un sorriso colmo di gioia disse "Cancro andato, moglie andata!"

La nostra consapevolezza cresce quando facciamo quello che siamo destinati a fare nella vita.
La nostra consapevolezza ci dà la forza di fare quello che dobbiamo fare contro i programmi stabiliti dagli altri, le relazioni, la famiglia e la società. Per quanto cerchiamo di soddisfare le aspettative dei nostri genitori o proviamo a conquistare le cose che non riusciamo, alla fine vediamo le cose come sono e capiamo che nella vita dobbiamo fare le cose che ci danno la gioia.
Solo la nostra consapevolezza ci può liberare dalla programmazione negativa indotta, solo la consapevolezza ci permette di decidere quale è la direzione migliore per noi.
La vera felicità può venire solo quando prendiamo la responsabilità delle nostre scelte, solo quando sappiamo che abbiamo scelto per noi stessi.

Nessun commento:

Posta un commento