Il cerchio Zen

Il cerchio zen ha la stessa forma e significato del simbolo dello Yin Yang e dell'Ouroboros.
Zen deriva dalla parola sanscrita Dhyana. Quando Bodhidharma venne inviato oltre le montagne dell'Himalaya per insegnare in Cina, il Dhyana venne cambiato in Chan contaminandosi con il Taoismo. Questo mix di dhyana e taoismo quando venne importato in Giappone dal maestro Dogen, divenne lo Zen.

Zen è un ibrido di buddhismo e taoismo. Infatti lo zen non è solo il semplice Dhyana dello Yoga Sutra di Patanjali dove il Dhyana è descritto come "Il flusso di energia tra il meditatore e il focus della meditazione".

Nello Zen, Zen significa quello che nello Yoga Sutra di Patanjali è riferito come Samadhi e non come ognuno dei 17 livelli di Samadhi riferito in quel libro, ma il livello finale, quello di Nirbija o Samadhi "Senza Seme". Illuminazione.
Nel Buddhismo è chiamato Prajna o come viene chiamato nel Sutra del Cuore "Prajna Paramita" - il Cuore più Alto.

Lo Zen ed i maestri di zen per anni hanno shockato le persone nel samadhi. Ad esempio uno dei pochi maestri zen illuminati Yuanwu disse "Il punto essenziale dello Zen è avere radici profonde ed uno stelo saldo". Questo è riferito al fatto di radicare le energie negative e pesanti.

Il cerchio Zen ancora è la Circolazione delle Energie, il Kundalini Kriya, il Flusso dei Cinque Elementi secondo il Taoismo.

Gli otto stadi dello Yoga, come descritti nello Yoga Sutra di Patanjali terminano con il Samadhi. Ma c'è un nono stadio, anch'esso descritto nello Yoga Sutra di Patanjali. Questo è chiamato "Samyama".

Il Terzo Libro dei Quattro Libri dello Yoga Sutra di Patanjali è quasi completamente pieno di indicazioni metodologiche sui Chakras e sul raggiungimento del Samyama. Il suo scopo è la Creazione dei Poteri Psichici. . Eppure nell'ultima parte del libro si dice in III 38, "Questi poteri sono ostacoli all'Illuminazione o Nirbija Samadhi" e ancora in III 51, "Dal non attaccamento alle Siddhi, il seme della schiavitù è distrutto" e quello che segue è il Kaivalya, Indipendenza o Illuminazione.

Noi non dobbiamo diventare attaccati ai Poteri. Anche se è divertente giocare con loro. Loro ci mostrano solo che qualcosa è successo. E se noi li usiamo per purificare i corpi psichici allora la progressione è molto potente.

Le subpersonalità sempre hanno speciali poteri psichici, ad esempio gli "idiot savant" studiati dalla psicologia... di cui abbiamo un esempio nel film Rain Man nel personaggio interpretato da Dustin Hoffman. La cosa buona è reintegrare queste sotto personalità nell'anima (la sola vera personalità) e mantenere tutti i poteri per l'anima.

Il Taoismo combinandosi con il Buddhismo creò l'ibrido Zen. Quindi è naturale che ci siano principi taoisti incorporati all'interno dello Zen.
Ad esempio il nome del grande maestro di zen Hogen, significa "Maestro del Tao"

Ultimamente ho meno simpatia per l'orbita microcosmica, ma adotto un approccio più globale, a causa degli effetti collaterali possibili, come possiamo vedere da questo articolo


Nessun commento:

Posta un commento