Come Stimolare il Fattore di Crescita Nervoso

Il Fattore di Crescita Nervosa fu scoperto da Rita Levi di Montalcini con l'aiuto del biologo Viktor Hamburger.

Innestando frammenti tumorali in embrioni di pollo osservarono il prodursi di un gomitolo di fibre nervose deducendone l'esistenza di un fattore chimico liberato dal tessuto ospite attivo sullo sviluppo dei neuroni.

Nel 1951 questa scoperta venne presentata alla New York Academy of Sciences in cui si cercava di spiegare la differenziazione dei neuroni e la crescita delle fibre nervose.

Il Fattore di Crescita Nervoso è una proteina essenziale nella crescita e differenziazione delle cellule nervose sensoriali e simpatiche. Viene sintetizzata da quasi tutti i tessuti, in particolare nelle ghiandole esocrine.
Una ricerca condotta dall'Università di Pavia ha dimostrato che il livello di questa proteina è più alto all'inizio dell'innamoramento e molto più presente che in coppie consolidate o nei singles.

Probabilmente questa proteina determina l'euforia tipica dell'innamoramento che provoca uno scombussolamento anche a livello cerebrale, ma con effetti positivi dato che protegge le cellule nervose dal deterioramento.
Le applicazioni più promettenti attualmente sono quelle legate ad una possibile terapia dell'Alzheimer. I primi test sono stati fatti negli Stati Uniti dove il Fattore di Crescita è stato iniettato tramite un virus innocuo nel cervello per stimolare la formazione di neuroni nelle aree lesionate.

La molecola è stata sperimentata anche per curare le ulcere della cornea, mentre sono allo studio sperimentazioni contro la sclerosi multipla e la depressione.
Nel 2005 il Fattore di Crescita Nervosa è stato sperimentato dall'astronauta Roberto Vittori cono ottimi risultati nel controllo dello stress.

Quello che interessa a noi praticanti della bioenergia, è attivare le emozioni positive come gioia, amore, felicità, euforia durante l'esecuzione delle tecniche, in particolare nella Circolazione della Bioenergia attorno al corpo nel Circuito Primario.