Sinfonie del Cosmo (La Legge del Sette)

Non tutto nel mondo va verso il caos totale. Altrimenti tutto sarebbe già diventato polvere e particelle disperse. Esiste una legge di organizzazione che contrasta il catabolismo della Legge del Caos, una legge anabolica, che crea ordine: la Legge del Sette.
In tutto l'Universo esiste quindi sempre lo stesso ordine di cose, la stessa scadenza temporale, la stessa sequenza operativa che si applica a "cosa succede". Tutte le grandi tradizioni parlano in qualche modo della Legge del Sette, attraverso racconti, storie, simboli e immagini che rappresentano sequenze. Alcuni esempi illuminanti sono:
  • le 7 note della scala musicale.
  • i 7 giorni in cui fu creato il mondo
  • i 7 giorni della settimana
  • i 7 colori dell'arcobaleno
  • i 7 chakra
  • i 7 nani
  • i 7 gruppi della Tavola Periodica
  • i 7 cieli degli ordini angelici
  • i 7 bracci del candelabro ebraico
La sequenza comprende una suddivisione in sette livelli o sette gradi o sette passi. Ogni livello rappresenta un diverso tipo di "vibrazione".
La Legge del Sette (o dell'Ottava) si può osservare chiaramente sulla scala musicale do, re, mi, fa, sol, la, si, do. Una sequenza di 7 note + 1 (dell'ottava successiva).
Un'ottava rappresenta un livello di vibrazione. Un'ottava superiore rappresenta un livello di vibrazione superiore (diviso in sette sottolivelli) ed un'ottava inferiore rappresenta un livello di vibrazione inferiore (diviso in sette sottolivelli).
  • Se osserviamo le note su una tastiera possiamo vedere come le note do, re, mi creino una sequenza regolare (fase iniziale).
  • Poi c'è un saltino, manca il tasto nero del semitono, non esiste il mi diesis o il fa bemolle. Manca qualcosa
  • Poi inizia nuovamente una scaletta di note: fa, sol, la, si (fase intermedia). Leggermente più lunga dell'altra.
  • Poi un altro saltino, manca di nuovo il tasto nero del semitono. Non esiste il si diesis o il do bemolle. Manca qualcosa.
  • Poi un nuovo do di una nuova scala e via di seguito, per ottave ascendenti, ma anche discendenti.
Per superare questo saltino (questa barriera o interruzione) occorre fornire uno shock addizionale (occorre costruire un ponte), una scarica di energia in più che stimoli il meccanismo e lo porti avanti, altrimenti questo rallenta e si blocca. Ma ricordiamoci che questa è una legge meccanica, una legge naturale. Gli shock addizionali sono eventi meccanici, come una malattia improvvisa, un abbandono, un evento accidentale che agisce sul meccanismo portando ordine. Questa è una legge meccanica superiore, spiega come funziona il meccanismo di sequenza nell'Universo. Occorre comprendere questa legge per rimanere nel flusso e cavalcare l'onda come un surfista, seguire il ritmo, non contrastarlo, ma approfittare delle accelerazioni e degli stop. Altrimenti rischiamo il blocco ed il cambio di ottava, potremmo quindi scendere di ottava anzichè salire. Occorre quindi prestare particolare attenzione a questi punti di deviazione, a questi bivii che si presentano sul cammino ed essere pronti a fornire nuovi stimoli e nuova energia.

Nessun commento:

Posta un commento