La Legge delle Polarità


Il simbolo del Tao rappresenta il mutamento continuo fra i due opposti Yin e Yang. Ogni cosa è mantenuta in equilibrio tramite la legge della polarità o degli opposti.
La legge delle polarità indica che c’è un’oscillazione in avanti e indietro in tutte le cose, ma dopo un punto, in entrambe le direzioni c’è un arresto e comincia ad esercitarsi la forza opposta. Così nel Grande Yang, ad un certo punto appare il Piccolo Yin, che cresce fino a diventare Grande Yin… Nel Grande Yin, appare poi il Piccolo Yang che cresce fino a diventare Grande Yang… Niente è lo stesso nel tempo, il tempo è cambiamento e ogni cosa nel tempo cambia tra gli opposti Yin e Yang.
Tutte le cose, tutti i fenomeni e tutti gli avvenimenti sulla Terra oscillano tra le due polarità, tra i due poli opposti, tra Yin e Yang.
Possiamo vedere questa legge come funziona in natura, con il cambiamento delle stagioni, da estate a inverno. Il giorno ha la notte come suo opposto e la notte ha il giorno. Il giorno segue la notte e la notte il giorno, in un continuo divenire.
Nella malattia c’è sempre uno squilibrio di Yin e Yang, così la salute è armonia ed equilibrio tra le due forze opposte. L’armonia negli opposti sta nella forza mediatrice tra di loro: il Tao, l’armonia.
Il Tao non è chiaramente visibile dalle persone comuni. È più facile per tutti vedere solo il bianco o il nero, solo gioia o solo dolore, solo ricchezza o solo povertà, solo malattia o solo salute, solo l’azione o solo la reazione. Ma il Tao esiste ed ha il preciso scopo di portare equilibrio, di neutralizzare l’impatto delle polarità.
Il Tao è la terza forza, quella nascosta, ma quella che ci dà la centratura in noi stessi, che ci permette di non oscillare tra le onde della vita, ma di rimanere stabili in noi stessi, lucidi, non identificati con le due polarità che ci sbattono prima da una parte e poi dall’altra.
La Legge delle Polarità ci insegna delle strane cose. Ci insegna ad esempio che lo stress e la meditazione sono la stessa cosa, sono due facce della stessa moneta, sono lo Yin e lo Yang. Quello che cambia è solo la gradazione (dal bianco al nero), il pendolo oscilla da destra a sinistra, ma è sempre lo stesso pendolo. E ci dice anche che con la meditazione (ed il profondo rilassamento) non c'è lo stress, perchè siamo all'opposto. Così se accendo la luce in una stanza, il buio scompare.
Creando il silenzio nella testa, bloccando il continuo fluire di pensieri, immagini e suoni, possiamo trovare la pace e ricollegarci con la nostra vera dimensione.
Sì perchè lo stress è veramente dannoso per la nostra salute. Oltre che causa principale della miopia e di tanti disturbi della vista, è ad esempio una delle cause dell'accumulo di peso..
Infatti durante i periodi di stress l'ormone adrenalina causa il rilascio di glucosio nel sangue. L'eccesso di glucosio causa una reazione a catena che stimola l'insulina e poi l'accumulo di grassi. Ma non è tutto! Il corpo continua a chiedere glucosio, desidera glucosio!! E porta a mangiare dolci... cioccolata, biscotti, caramelle... In un circolo vizioso senza fine, peggiorato dall'assenza di attività fisica, che come la meditazione, permette il rilascio di endorfine nel corpo (gli ormoni della felicità), ottimo contrasto allo stress.
Ed allora? Vogliamo spostarlo 'sto pendolo verso il benessere? Verso la meditazione e lo sport?

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina