sabato 23 novembre 2019

CITAZIONI - William Bodri

Il principio chiave delle tecniche di circolazione del qi è che il qi e la coscienza sono collegati, così mentre coltivi il tuo qi, tu svilupperai dei cambiamenti nel tuo stato di coscienza. Questo è un principio scientifico, e così tante persone coltivano il loro qi per calmare la loro mente, o calmano la loro mente, per coltivare il loro qi. Funziona in entrambi i modi.

Coltivare il tuo qi è legato a coltivare la purezza della tua mente.

Coltivare la tua mente è legato a coltivare sia la purezza che il flusso circolatorio del tuo qi.

Bill Bodri

mercoledì 20 novembre 2019

La Tradizione Ermetica

La Tradizione Ermetica è un testo di Julius Evola che illustra il simbolismo alchemico e le varie fasi dell'Opera, attraverso la monumentale ricerca dell'autore.

Si tratta di un libro pieno di citazioni e che merita di essere riletto più volte, oltre che essere considerato un valido riferimento per comprendere altri testi simbolici.

Tutta l'Alchimia è vista, anche in relazione alle dotrrine di Oriente, come un sistema di trasformazione spirituale, capace di creare un corpo dentro al corpo, capace di resistere alla seconda morte.

Non si tratta quindi nè di Psicologia dell'Anima, nè di Operazione da Laboratorio, ma di un vero e proprio cammino palingenetico di trasformazione spirituale, animica e fisica.

martedì 12 novembre 2019

CITAZIONI - Abraxa

Queste "acque" o "Umido radicale", nella Tradizione nostra hanno il segno di un triangolo rovesciato (direzione discendente, precipitazione); anche puoi trovarle indicate come la "Venere terrestre", femmina e matrice cosmica (il triangolo rovesciato nella tradizione indù è il segno della Shakti e della yoni), come il Serpe originario (comprendi l'andamento serpentino del simbolo dell'Acquario, corrispondenza astrologica del triangolo rovesciato). 

E' la elementare potenza demiurgica, la "Magia" di Dio, la sostanza primordiale che si precipitò quando Dio disse: "La Luce Sia!"

Abraxa
Introduzione alla Magia
Gruppo di Ur

lunedì 11 novembre 2019

I Dieci dei Tarocchi

I Tarocchi hanno un linguaggio simbolico e molta della comprensione del loro significato nelle stese viene con la pratica e con l'abilità di combinare insieme i simboli, come in un rebus.
Per imparare i significati delle carte un ottimo libro è quello di Sylvia Abraham che utilizza un sistema di parole chiave: How To Read the Tarot.
Ad esempio, e questa è una grossa semplificazione:
  • Il 10 è associato al cambiamento.
  • I bastoni, al lavoro ed all'attività, agli obiettivi che abbiamo nella vita.
  • Le spade sono associate ai problemi e le sfide
  • Le coppe all'amore ed alle emozioni
  • I denari alla ricchezza ed alla salute
  • Le carte diritte sono carte positive, mentre le carte al rovescio sono carte negative.

I quattro 10 sono associati per analogia ai 4 piani della Sfera di Malkuth (10) ed all'Arcano Maggiore della Ruota della Fortuna X, simbolo di Cambiamento e ciclicità.

sabato 9 novembre 2019

Il Leone di Nemea - La Prima Fatica di Ercole

Il cammino dell'Eroe, alternativo ai percorsi del mago o del mistico, è il cammino della Forza ed è magistralmente raccontato con le metafore dell'epico racconto delle fatiche di Ercole.

Ma gli obiettivi da raggiungere sono i medesimi, magari con tecniche diverse.

Dodici fatiche come le 12 fasi dello Zodiaco ad illustrare il cammino di rigenerazione dell'Uomo ed il passaggio da semi-dio (Ercole era figlio di un dio - Giove - e di una donna Alcmena) ad immortale dio olimpico.

Giunone, la donna di Giove, che rappresenta la Donna Mercuriale, ovvero l'energia universale, crea 12 sfide che avrebbero dovuto immolare Ercole (figlio del tradimento), ma che in realtà gli permettono di far cadere via via tutti i limiti che lo separano dall'Iperuranio (la terra degli dei).

mercoledì 6 novembre 2019

Intervista a Julius Evola

Propongo una lunga intervista in francese (ma con i sottotitoli in italiano) a Julius Evola del 1971.

In questo video, si vede un Evola provato dallo scompenso cardiaco che lo ha colpito nel 1968 e 1970, a tratti fatica a parlare, ma che gode di una grandissima lucidità mentale e spirituale.

Nel video Evola parla della sua carriera di artista ed affronta i temi del fascismo, la tradizione ghibellina e la ricerca del Graal, il tentativo di Himmler di far risorgere l'ordine cavalleresco teutonico attraverso le SS (Ordine Nero),  il significato particolare di razza, non solo fisica, ma di corpo, anima e spirito...

martedì 5 novembre 2019

CITAZIONI - Abraxa

Come una meraviglia e come uno spavento ne parlarono i Saggi. Così la chiamarono: Fuoco Universale e Vivente, Drago verde, Quintessenza, Sostanza Prima, Grande Agente magico.

Principio dell'opera universa, è anche il principio della "Grande Opera" perchè uno stesso è il magistero con cui, secondo l'Arte, l'uomo costruisce se stesso.

Questa nostra Materia non è un'astrazione della filosofia profana né idea di mito né favola, ma invece una realtà vivente e possente, spirito e vitalità della Terra e della Vita.

La razza degli uomini non la conosce. Una provvidenziale legge naturale la cela alla coscienza loro con lo spettacolo-illusione dei fenomeni materiali, della realtà solida...


Abraxa
Gruppo di Ur
Conoscenza delle Acque

lunedì 4 novembre 2019

Malkuth in Briah (Aria)

Il Piano Mentale di Malkuth ha a che fare con la Mente e con il Pensiero ed è associato agli Arcangeli Sandalphon (l'unico chiaramente indicato come femminile) e Metatron, l'unico Arcangelo che è reggente di due sfere: Malkuth e Kether. 

Una somiglianza notevole tra Metatron e Sandalphon, che pare fossero i due cherubini accoppiati nell'Arca dell'Alleanza, avviene con le figure di Shiva e Shakti del panorama induista.
Sotto ai simboli, troviamo la Coscienza e l'Energia.

La pratica di Briah in Malkuth consiste nel prendere consapevolezza dei propri pensieri e quindi imparare a controllarne il flusso. Tutto ha a che fare con l'Energia... sia il pensiero, sia l'emozione e sia ciò che noi facciamo fisicamente.

Il 10 di spade sembra una carta molto brutta e normalmente, in divinazione, non è portatrice di buone notizie e si vede bene dal morto trafitto. Ma questo morto altri non è che l'ego, ovvero l'insieme dei pensieri che ci ripetono costantemente chi siamo, mentendo, e tenendoci intrappolati in questa prigione. Uccidere l'ego, significa bloccare il flusso dei pensieri, aprire la porta della gabbia ed uscire e farci un giro, liberi... liberi di prendere una bella boccata d'aria e cominciare a vivere. 

Mi piace pensare ad ogni spada come ad una diversa tecnica di meditazione. Possiamo provare diversi approcci, ma alla fine l'obiettivo è il medesimo.

lunedì 28 ottobre 2019

Come to Wisdom's Door

Marilynn Hughes è un'autrice mistica che ha dedicato la sua vita al misticismo ed a far conoscere al mondo sia le sue esperienze, sia il suo metodo per conoscere ciò che è al di là di questo mondo fisico e cioè il viaggio astrale.

Ha costruito un nutrito sito web (The Out of Body Travel) e due canali Youtube: Marilynn Hughes e The Out of Body Travel Foundation.

Come to Wisdom's Door (Vieni alla Porta della Saggezza) è un libriccino di circa 50 pagine, che ho trovato davvero carino. Non si tratta di un testo tecnico, ma si percepisce che lo ha scritto con il cuore e che lo sente come una missione.

venerdì 25 ottobre 2019

CITAZIONI - Giovanni Colazza "Leo"

Il primo movimento dell'uomo che cerca la Via deve essere quello di spezzare l'immagine abituale che ha di se stesso. Soltanto allora potrà cominciare a dire Io, quando alla parola magica corrisponda l'immaginazione interiore di un sentirsi senza limiti di spazio, di età e di potenza.

Gli uomini devono raggiungere il senso della realtà di se stessi. Per ora essi non fanno che limitarsi e stroncarsi, sentendosi diversi e più piccoli di quel che sono; ogni loro pensiero, ogni loro atto è una sbarra di più alla loro prigione, un velo di più alla loro visione, una  negazione della loro potenza. Si chiudono nei limiti del loro corpo, si attaccano alla terra che li porta: è come se un'aquila si immaginasse serpente e strisciasse al suo lo ignorando le sue ali.

Giovanni Colazza (Leo)
Barriere